Ambiente
Commenta

Rivarolo Mantovano sempre più
green, altri pit stop per le api

A settembre, verranno predisposte le aree di semina per le  essenze floreali mellifere in tutti gli spazi pubblici ritenuti idonei e a suo tempo individuati dal "Progetto di miglioramento della biodiversità floreale" che il Comune ha predisposto

Per settembre l’amministrazione comunale pensa all’estensione del progetto COMUNE AMICO DELLE API e pianifica l’istituzione de I GIARDINI DELLE API.

La Strada e il Campo delle Api sono ormai realtà: l’esperimento “pilota” di Via Ponterotto ha portato all’istituzione dell’omonimo percorso ciclopedonale costeggiato da banchine seminate con un mix di essenze floreali gradite agli insetti impollinatori; il “Campo delle Api” di Via dell’Impresa, con i suoi due ettari di estensione, offre, dal canto suo, ristoro a imenotteri, ditteri, coleotteri e rifugio ai piccoli animali selvatici. Ai bordi del campo sono tornate a gracidare le rane e le stesse mute delle serpi, ritrovate sul posto, costituiscono un indicatore biologico incoraggiante.

Il progetto ecologico immaginato dal Comune, negli spazi pubblici di proprietà, sembra quindi funzionare ed incoraggia a proseguire l”iniziativa anche in aree non periferiche.

A settembre, verranno predisposte le aree di semina per le  essenze floreali mellifere in tutti gli spazi pubblici ritenuti idonei e a suo tempo individuati dal “Progetto di miglioramento della biodiversità floreale” che il Comune ha predisposto.

Trattasi di bordure ai margini di giardini pubblici esistenti e di aree di risulta inutilizzate in zona artigianale e nei pressi dei cimiteri, ma si sta pensando anche ad istituire un’altra Strada delle Api nel tratto di Vicolo del Chiodo recentemente istituito come percorso ciclopedonale.

Tutte le aree verranno segnalate da idonea cartellonistica.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti