Cronaca
Commenta

Viadana, vaccinazioni al MuVi
per ultra 60enni, pochi accessi

Estremamente semplice accedere al servizio ambulatoriale ricavato all'interno del Muvi, sede della Biblioteca. Niente a che vedere con le faragginose prenotazioni via web con le date e i luoghi fissati lontani anni luce

Otto opportunità, di cui una già esaurita stamattina con la chiusura delle 12.30 per ricevere la vaccinazione contro il Covid 19. Le date, come già diffuso, oltre a quella odierna, sono il 10/12/15/19/22/26 e 29 luglio sempre dalle 8,30 alle 12,30. Estremamente semplice accedere al servizio ambulatoriale ricavato all’interno del Muvi, sede della Biblioteca. Niente a che vedere con le faragginose prenotazioni via web con le date e i luoghi fissati lontani anni luce. Per gli ultrasessantenni è sufficente presentarsi dichiarare la propria eta (verificabile sul Pc) al giovane medico al quale occorre dichiarare eventuali allergie e patologie per poi entrare in un box con la scritta Janssen (il farmaco della Jhonson & Jhonson) che è l’unico vaccino disponibile. Un piccolo foro nel braccio preferito da parte di un’altrettanto giovane infermiera dopo di che si può tornare a casa dopo la consigliata breve sosta di controllo. Una seduta breve e liberatoria che rende liberi da restrizioni e vincoli burocratici. Peccato che l’affluenza sia stata scarsissima almeno nella prima giornata. Al punto che una infermiera poco prima di mezzogiono è uscita all’esterno del Muvi avvicinandosi a un paio di persone sedute su una panchina all’ombra per chiedere loro se fossero già state vaccinate invitandole, in caso contrario, ad entrare per sottoporvisi.

Ros Pis

© Riproduzione riservata
Commenti