Cronaca
Commenta

Grandinata, a Casalmaggiore
istruzioni per l'uso per i risarcimenti

“Si specifica che la richiesta dello stato di calamità naturale e dell’eventuale riconoscimento di somme a copertura dei danni subiti, è soggetta alla valutazione da parte della Regione Lombardia, pertanto in caso di esito negativo il Comune non potrà assumere il riconoscimento di alcun indennizzo".

Foto Osti

Il comune di Casalmaggiore, con il sindaco Filippo Bongiovanni, ha comunicato ai cittadini tutte le modalità per chiedere il risarcimento danni dopo la grandinata di lunedì.

“I Cittadini che abbiano subito danni a BENI IMMOBILI – spiega il primo cittadino – in occasione dell’evento atmosferico del 26/07/2021 sono invitati a segnalarlo compilando uno dei modelli di segnalazione degli eventuali danni subiti alle proprietà private tra quelli allegati al presente e consegnarlo al CSC – Centro Servizi al Cittadino, oppure inviarlo alla PEC del Comune (protocollo.comune.casalmaggiore@pec.regione.lombardia.it) ENTRO E NON OLTRE LE ORE 13.00 del giorno VENERDÌ 30 LUGLIO 2021 via pec, le 12.45 al CSC”.

“Si specifica che la richiesta dello stato di calamità naturale e dell’eventuale riconoscimento di somme a copertura dei danni subiti, è soggetta alla valutazione da parte della Regione Lombardia, pertanto in caso di esito negativo il Comune non potrà assumere il riconoscimento di alcun indennizzo. Sostanzialmente i privati non assicurati sui propri beni immobili (le auto/moto/natanti sono beni mobili registrati e quindi non rientrano nella fattispecie, come non rientrano i beni mobili…tendaggi, gazebo, complementi d’arredo ecc) oppure le imprese non assicurate sui propri immobili (per le imprese agricole il procedimento è un altro e lo trattano le associazioni di categoria) possono richiedere risarcimento tramite la modulistica nel link”.

“Si invita a prestare particolare attenzione alla modulistica da compilare (schede C1-C2), in particolare in relazione:
– alla dichiarazione di non aver titolo ad altri risarcimenti da compagnie assicurative per il danno subito, oppure di aver titolo specificando con precisione le cifre per le quali si ha diritto a risarcimento assicurativo;
– alla necessità, in caso di totale dei danni maggiore di € 15.000,00, di allegare perizia asseverata giurata redatta da professionista”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti