Eventi
I commenti sono chiusiCommenta

Bernardo Lanzetti torna nella sua
città, il 27 concerto agli Amici del Po

Sarà un viaggio nel rock, dagli Eagles ai Lynyrd Skynyrd, da Joe Cocker a Crosby Still Nash e Young, Dai Doors a Bob Dylan, dai Jetro Tull agli U2. E alcune sorprese

Torna nella sua città Bernardo Lanzetti, tra vecchi amici e volti conosciuti, tra gente che ne apprezza le doti canore e la presenza. Torna sempre volentieri nella sua città, anche se la sua città, lui che per musica ha girato i continenti, non lo è da tempo. Bernardo Lanzetti torna, il 27 agosto, a Casalmaggiore in quello che sarà un memorabile concerto in una location particolare, gli Amici del Po. Il concerto inizierà alle 21.30 e l’ingresso sarà libero – soci e non soci – perché se festa deve essere deve esserlo per tutta la città.

Sarà una festa della musica. La sua e quella di chi ama. Qualcuno dei pezzi che lo hanno reso celebre, da ‘Solamente noi’ ad ‘Una sera che piove’ sino alla sempre indimenticabile ‘Impressioni di settembre’ della PFM, gruppo nel quale è stato frontman per cinque anni. Ma sarà un viaggio nel rock, dagli Eagles ai Lynyrd Skynyrd, da Joe Cocker a Crosby Still Nash e Young, Dai Doors a Bob Dylan, dai Jetro Tull agli U2. E alcune sorprese.

Bernardo Lanzetti è la storia della musica, il più grande artista progressive che questa nostra terra appoggiata al fiume abbia avuto. L’unico, peraltro, artista italiano ad essere nominato nell’enciclopedia del rock americano. L’unico artista dell’area progressive conosciuto in America. Un gigante che non ha mai cambiato strada e tradito la sua storia. Una carriera, la sua, di primissimo ordine: negli States era andato giovane per completare gli studi di chimica, ma fu la musica, negli States, a completare lui.  Prestò la sua voce anche alla Premiata Forneria Marconi, ma prima di tutto fece parte del fenomeno, capace di fare epoca, degli Acqua Fragile, che fondò nel 1971, esibendosi assieme a Gino Campanini (chitarra), Maurizio Mori (tastiere), Franz Dondi (basso) e Piero Canavera. Con la Pfm, della quale fece parte dal 1975 al 1979, incise tra gli altri anche Chocolate Kings, il primo album made in Italy capace di spopolare proprio negli Stati Uniti. Una consacrazione. A inizio anni ’80 lasciò la Pfm per intraprendere la carriera solista, per formare poi gli Extra a inizio anni 2000 e i Mangala Vallis nel 2005. Vanta tantissime collaborazioni.

A Casalmaggiore, con Bernardo alla chitarra e voce ci sarà Andrea Cervetto (New Trolls, chitarra e voce), Pieremilio Canavera (Acqua Fragile, chitarra e voce), Chicco Benedini (basso), Tommaso Frassanito (batteria) e Franco Frassanito (chitarra e voce). Il concerto sarà gratuito. Per chi volesse è possibile cenare al ristorante della società sportiva. Sino al 22 agosto le prenotazioni per la cena saranno aperte ai soli soci e poi a tutti. Ad organizzare il concerto Roberto Madesani e il vice presidente degli Amici del Po Simone Miceli. All’ingresso sarà richiesto il pass. Per prenotazioni per la cena Diego (037543619). Info direttamente agli Amici del Po (037543502) o via mail info@amicidelpo.it.

Il venerdì successivo poi Bernardo Lanzetti sarà impegnato all’Arena spettacoli Augusto Daolio a Sant’Ilario d’Enza. Questa volta saranno gli Acqua Fragile a mettere in campo il loro progressive puro, la loro infinita energia. Ad esibirsi Bernardo Lanzetti voce solista, Pieremilio Canavera batteria voce, Franz Dondi basso, Stefano Pantaleoni tastiere, Claudio Tuma chitarre, Rossella Volta, voce. Biglietti in vendita a 12 euro.

N.C.

© Riproduzione riservata
Commenti

I commenti sono chiusi.