Salute
I commenti sono chiusiCommenta

ATS Valpadana, Pfizer e
Moderna per tutti gli over 60

La raccomandazione per chi ha deciso di vaccinarsi è di non indugiare ulteriormente, dal momento che la massima protezione dal virus si consegue un paio di settimane dopo il completamento del ciclo vaccinale.

Grazie alle consegne straordinarie di vaccini Pfizer e Moderna ed alla loro attuale disponibilità anche per l’ATS della Val Padana, dal 13 agosto la loro somministrazione è stata estesa a tutti i cittadini di età superiore a 60 anni, ai quali sino ad oggi – in assenza di patologie concomitanti – veniva proposto il vaccino di AstraZeneca o Johnson & Johnson.

Questa è un’ulteriore opportunità per tutti gli ultrasessantenni che non hanno ancora aderito alla campagna vaccinale, o che in passato hanno rifiutato la vaccinazione con AstraZeneca o Johnson & Johnson. Per accedere alla somministrazione, è possibile prenotare (modalità consigliata, anche perché la disponibilità di posti è pressoché immediata) o recarsi direttamente ai Centri Vaccinali.

In ogni caso, la raccomandazione per chi ha deciso di vaccinarsi è di non indugiare ulteriormente, dal momento che la massima protezione dal virus si consegue un paio di settimane dopo il completamento del ciclo vaccinale (in questo caso, dopo la seconda dose).

Per quanto riguarda invece coloro che avessero ancora dubbi o incertezze, rinnoviamo l’invito a rivolgersi al proprio Medico o Pediatra di Famiglia per ricevere le informazioni necessarie, ferma restando in ogni caso la valutazione da parte del medico al momento dell’anamnesi presso il Centro vaccinale.

È comunque possibile, oltre che utile, consultare gli appositi spazi dedicati sui siti istituzionali:

  • MINISTERO DELLA SALUTE: LINK
  • ISTITUTO SUPERIORE SANITA’: LINK
  • REGIONE LOMBARDIA: LINK
  • ATS VALPADANA: LINK

Si ricorda infine che le prenotazioni possono essere effettuate attraverso i consueti canali: iscrizione tramite portale al LINK, portalettere, Postamat, o contattando il numero verde 800.89.45.45.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti

I commenti sono chiusi.