Cronaca
Commenta

L'addio a Pietro Rizzi, instancabile
maestro di lavoro e socialità

l parroco don Antonio Censi ha avuto espressioni di elogio sottolineando durante il funerale la sua elevata professionalità e ricordando che il campo santo non doveva essere considerato un luogo di morte ma un posto da cui partiva la rinascita e l'inizio della vita eterna

I famigliari e diversi conoscenti hanno accompagnato questa mattina il feretro di Pietro Rizzi dall’abitazione sino alla chiesa di Cicognara. Nei primi banchi oltre al figlio, la nuora e le due nipoti vestite entrambe in bianco e nero, anche il medico di Viadana Enzo Rosa commosso sino alle lacrime. “Se fossero arrivati tutti i suoi amici oggi non sarebbe bastata la basilica di San Pietro a contenerli tutti”, ha detto il medico che non ha esitato un attimo a lasciare il luogo della vacanza quando al telefono la mattina di ferragosto lo hanno avvertito che l’amico si stava spegnendo nella sua abitazione di Cicognara. Abitazione che era diventata uno straordinario luogo d’incontro periodico dove diverse persone d’ogni estrazione sociale si mettevano a tavola gustando le specialità dello stesso Pierino (cosi chiamato confidenzialmente) sfruttando l’occasione per discutere delle situazioni politici amministrative del Comune Viadanese, pianificando le possibili strategie e le programmazioni future. Il crollo psicofisico del personaggio avvenuto quasi all’improvviso aveva stupito tutti coloro che conoscevano la sua energia e il suo impegno lavorativo che lo portavano a salire sugli aerei per continuare a vendere pennelli in Sicilia a ottant’anni suonati. Capacità e qualità arricchite dal suo perenne buonumore e dalla disponibilità elargita senza riserve. Il parroco don Antonio Censi ha avuto espressioni di elogio sottolineando durante il funerale la sua elevata professionalità e ricordando che il campo santo non doveva essere considerato un luogo di morte ma un posto da cui partiva la rinascita e l’inizio della vita eterna.

Ros Pis

© Riproduzione riservata
Commenti