Cultura
Commenta

Tra grandi alberi e grandissimi piatti:
guida innovativa di Carlo Mantovani

Un prodotto della Bassa. È questo, forse, il modo più giusto per definire Carlo Mantovani, disegnatore, scultore, giornalista e scrittore nato nel ’67 a Concordia sulla Secchia (Modena)

L’innovativa guida turistica mantovana TRA GRANDI ALBERI E GRANDISSIMI PIATTI è finalmente pronta e DOMENICA 29 AGOSTO, alle ORE 10, sarà presentata in uno dei luoghi del cuore dell’autore: quel santuario di patriarchi da frutto che è il giaridno del leggendario AGRITURISMO CORTE MEDAGLIE D’ORO di Caludio Cobellini, a San Benedetto Po (ma in realtà vicinissimo al centro storico di Quistello).

IL LIBRO

La guida – come dice il titolo – propone una formula turistica incentrata, da un lato, sui tanti monumenti arborei che fortunatamente ancora impreziosiscono le terre dei Gonzaga e affondano le radici nel terreno; e dall’altro sulle feste di paese, momenti di celebrazione comunitaria di piatti e prodotti tipici che affondano le radici nel territorio: terreno e territorio, cioè natura e cultura, i due ingredienti fondamentali del paesaggio. Sono 17 gli Itinerari dendrogastgronomici mantovani, ciascuno dei quali suddiviso in tre parti (gli alberi, i luoghi, il cibo) e di lunghezza non superiore ai venti chilometri, cosa che rende questi percorsi – a basso costo ed altissimo divertimento
– adattissimi al cicloturismo. Sfogliandola, vi accorgerete che in realtà non si tratta di è una semplice guida turistica: è il diario di un lungo di esplorazione del territorio mantovano. Faticoso, ma pieno di soddisfazioni, con scoperte arboree e paesaggistiche sorprendenti, piatti e prodotti deliziosi: e, soprattutto, l’incontro con persone speciali, appassionate e generose, che – come angeli custodi – mi hanno aiutato a portare a termine quella che, citando i Blues Brothers, mi sentivo di aver intrapreso «per conto di Dio», alla riscoperta di una terra benedetta dal ricordo di mio zio, mia nonna e mia madre, originari del basso mantovano.
Un libro pieno di complimenti, ringraziamenti e metaforiche strette di mano, ma anche di idee, suggerimenti, osservazioni e, in certi casi, anche qualche tiratina d’orecchio: perche in questi due anni ho avuto il privilegio di approfondire la conoscenza di un territorio con potenzialità enormi, che però non sempre vengono adeguatamente valorizzate. Dove finisce il mio lavoro, mi auguro quindi possa iniziare quello delle autorità competenti: perchè il meglio, come si dice, deve ancora venire.

L’AUTORE

Un prodotto della Bassa. È questo, forse, il modo più giusto per definire Carlo Mantovani, disegnatore, scultore, giornalista e scrittore nato nel ’67 a Concordia sulla Secchia (Modena). Un autore poliedrico e vulcanico mosso non soltanto dall’istinto artistico, ma anche e soprattutto da un grande amore per il territorio: una passione celebrata dalla sua pagina Paesaggezza e dal Museo della Nebbia, un’installazione multisensoriale ideata nel 2016 per sottolineare il lato buono della nebbia. Un’innovativa idea di marketing territoriale ribadita dal grande convegno enogastronomico “I sapori della Nebbia”, organizzato nell’ottobre 2019 dall’ Accademia dei Nebbiofili presso la Casa del Mantegna e confluita in questa guida, nata dal duplice amore per il bello (gli alberi monumentali) e per il buono (il cibo tradizionale): passioni irresistibili, che lo hanno spinto ad intraprendere un indimenticabile viaggio alla scoperta dei tesori naturalistici ed eno-gastronomici della provincia di Mantova. Un viaggio così bello e così buono, che si vor-rebbe non finisse mai.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti