Cronaca
Commenta

Silvano Bocchi, ieri i funerali a
Rivarolo, tanta gente per l'addio

Don Luigi Pisani: "Conoscevo bene Silvano e posso dire che nonostante le origini contadine era una persona nobile. Nobile d'animo e negli impegni cui non veniva mai meno. Sia nel lavoro, sia con la famiglia e nella convivialità"

Silvano Bocchi

E’ arrivato don Luigi Pisani da Bozzolo per officiare il funerale di Silvano Bocchi deceduto per infarto l’altro giorno nella sua casa di Breda Azzolini. D’altronde don Luigi nella Parrocchia di Rivarolo ha trascorso diversi anni avendo cosi avuto modo di conoscere bene l’agricoltore di Breda Azzolini venuto a mancare all’età di 88 anni per un infarto improvviso e implacabile. Una conoscenza che ha permesso al sacerdote di esprimere delle considerazioni personali durante l’omelia. “Conoscevo bene Silvano e posso dire che nonostante le origini contadine era una persona nobile. Nobile d’animo e negli impegni cui non veniva mai meno. Sia nel lavoro, sia con la famiglia e nella convivialità nei confronti dei tanti amici e conoscenti con cui intesseva rapporti di frequenza e grande cordialità”. Una rete di amicizie di cui si è avuta dimostrazione vedendo le tantissime macchine che avevano circondato la sede dell’azienda agricola e l’abitazione della famiglia Bocchi a Breda e successivamente i parcheggi nei pressi della chiesa di Rivarolo del Re al cui interno solo una parte dei partecipanti al rito è potuta entrare per le note regole anticovid. Al termine del funerale la bara ricoperta di rose rosse è stata trasportata a cura dell’impresa Roffia presso il cimitero di Commessaggio per la sepoltura.

Ros Pis

© Riproduzione riservata
Commenti