Solidarietà
Commenta

Emergerza Afghanistan, Guerra
(ANCI): "Potenziare il SAI"

Guerra: "Credo sia assolutamente necessario, visti anche i tempi stretti, ragionare sulle possibili soluzioni concrete sulla base dei numeri che abbiamo a disposizione. Mi preme però ribadire che è indispensabile una garanzia su tempi e modi del potenziamento del sistema SAI".

“In merito alla costruzione immediata di canali di accoglienza per i civili che hanno collaborato con le nostre missioni in Afghanistan e i rifugiati che fuggono dalla tragedia di una terra e di un popolo martoriati, concordiamo pienamente con lo spirito solidaristico emerso da più parti a livello istituzionale e da tutti quei Sindaci che si sono detti pronti a fare la propria parte.  È però necessario che dal Ministero dell’Interno, venga subito formalizzata una garanzia di impegno anche finanziario. È questa la richiesta che abbiamo formulato a livello nazionale. L’impegno relativo all’accoglienza nei Centri di Accoglienza Straordinaria – CAS sarebbe insufficiente e, soprattutto, inadeguato. È assolutamente necessario un impegno che punti direttamente all’ampliamento del Sistema di Accoglienza e Integrazione (SAI)”.

Così il Presidente di Anci Lombardia Mauro Guerra in merito all’accoglienza dei civili che hanno collaborato con le nostre missioni in Afghanistan e i rifugiati.

“Mi risulta che proprio oggi – ha aggiunto Guerra – ci sia un incontro tecnico a Roma tra il Ministero dell’Interno e Anci Nazionale finalizzato alla definizione degli accordi formali e delle garanzie che devono essere costruite sui processi da attivare.

Detto questo, credo sia assolutamente necessario, visti anche i tempi stretti, ragionare sulle possibili soluzioni concrete sulla base dei numeri che abbiamo a disposizione. Mi preme però ribadire che è indispensabile una garanzia su tempi e modi del potenziamento del sistema SAI”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti