Ambiente
Commenta

San Martino, la siccità e quei
parchi pubblici più gialli che verdi

"Servirebbero più operai e dei getti (con relativi tubi) in più punti del paese. Un’irrigazione automatica interrata invece sarebbe troppo costosa e difficile da mantenere integra. Se il trend dei prossimi anni sarà ancora questo però, servirà di certo porvi rimedio in qualche modo".

L’allarme siccità? Si può notare anche dai prati pubblici. Ed è su questo tema che il sindaco di San Martino dall’Argine Alessio Renoldi ha voluto scrivere un proprio post su Facebook: “L’estate del 2021, in provincia di Mantova, sarà ricordata come la più arida degli ultimi 70 anni. I nostri parchi pubblici sono completamente secchi, come forse non sono mai stati visti, e fanno una certa impressione. A settembre, dopo la Fiera, si vedeva sempre la differenza tra il giallo dove erano state le giostre e il resto del prato verde, quest’anno non si vede nulla”.

“Diversi cittadini ci chiedono se possiamo fare qualcosa. Diciamo che ad oggi è difficile intervenire, non si era mai reso necessario prima d’ora irrigare i parchi, e il Comune non è ben attrezzato. Servirebbero più operai e dei getti (con relativi tubi) in più punti del paese. Un’irrigazione automatica interrata invece sarebbe troppo costosa e difficile da mantenere integra. Se il trend dei prossimi anni sarà ancora questo però, servirà di certo porvi rimedio in qualche modo. È un problema che abbiamo presente e che terremo monitorato. Speriamo che il 2021 sia stato solo un caso isolato”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti