Cultura
Commenta

Mantova, presentazione
dell’opera postuma di Enrico Ratti

L'ingresso sarà gratuito con prenotazione obbligatoria all'indirizzo email contatti@mantovapoesia.it o al numero WhatsApp 379.2585317, fino a esaurimento dei posti disponibili. Verranno richiesti il green pass e un documento in corso di validità.

“Nell’estasi del mutamento” è il titolo della raccolta poetica postuma di Enrico Ratti che sarà presentata giovedì 16 settembre alle ore 18.30 nel cortile circolare della Casa del Mantegna. Tutte le poesie del volume sono inedite. Mantovano trapiantato a Milano, Ratti fu pittore, disegnatore e scrittore. Ha firmato due libri di racconti: Delinquenti nati (2002) e Canti di Cipada (2007). Come saggista fu autore di Manuale intellettuale (2008) e Manifesto per l’Europa (2010). Nel 2015 venne pubblicato il suo saggio fantastico Il taccuino dei dannati e nel 2019 fu la volta della raccolta di poesie Blasfemie. Socio fondatore dell’associazione La Corte dei Poeti di Mantova, ne fu presidente dal 2017 al 2018, contribuendo a qualificare il festival Mantova Poesia. Fece parte della giuria scientifica del Premio Nazionale di Poesia Terra di Virgilio.

Ratti è scomparso nel febbraio scorso, vittima del Covid. Il libro “Nell’estasi del mutamento” è pubblicato da VJ Edizioni ed è corredato da tavole a colori dell’artista mantovano. Alla presentazione interverranno la poetessa milanese Caterina Silvia Fiore, curatrice del volume, lo scrittore Stefano Iori, autore della prefazione, e l’editore Edoardo Ferrario. Alcune poesie tratte dal libro saranno lette da Paolo Aldrovandi e Carla Villagrossi. L’evento rientra nel calendario della settima edizione del festival Mantova Poesia che gode dei patrocini di Regione Lombardia, Comune e Provincia di Mantova. In caso di maltempo l’evento si svolgerà all’interno della Casa del Mantegna. L’ingresso sarà gratuito con prenotazione obbligatoria all’indirizzo email contatti@mantovapoesia.it o al numero WhatsApp 379.2585317, fino a esaurimento dei posti disponibili. Verranno richiesti il green pass e un documento in corso di validità.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti