Cronaca
Commenta

Rotary Nuove Frontiere, conviviale di
apertura dedicata al tennis in carrozzina

Hanno festeggiato mettendo al centro della conviviale e della sala i ragazzi che hanno preso parte al torneo di tennis in carrozzina, sottolineando in questo modo che i veri protagonisti erano loro. GUARDA IL VIDEO

Hanno festeggiato mettendo al centro della conviviale e della sala i ragazzi che hanno preso parte al torneo di tennis in carrozzina, sottolineando in questo modo che i veri protagonisti erano loro. E’ stata questa la “struttura” singolare ma simbolica dell’ultima convivale del Rotary Nuove Frontiere del presidente casalese Stefano Stringhini assieme al Rotary di Cremona. Un Interclub che ha concluso idealmente il torneo internazionale “Città di Cremona” organizzato presso la Canottieri Baldesio e ideato da Alceste Bartoletti e Roberto Bodini.

L’anno rotariano 2021-2022 è partito così, con un service al quale il Nuove Frontiere tiene molto e al quale infatti sono stati invitati anche i ragazzi ospiti di Casa Giardino a Casalmaggiore. Alla conviviale serale negli spazi della canottieri cremonese Baldesio sono stati invitati anche il sindaco di Cremona Gianluca Galimberti con l’assessore allo Sport Luca Zanacchi, il prefetto Vito Danilo Gagliardi con la moglie e varie autorità rotariane, con i presidenti Andrea Pedroni e Stefano Stringhini in testa. Ma in mezzo alla sala c’erano gli atleti che avevano appena preso parte al torneo, vinto da Kouhei Suzuki tra gli uomini e Olena Sojgarjova per le donne.

E’ stato assegnato anche il premio alla memoria del rotariano Ambrogio Locatelli, una targa che è andata a Luca Spano, atleta della Nazionale italiana di tennis in carrozzina, prossimo alla partecipazione ai Mondiali. Peraltro il socio del Rotary Nuove Frontiere Giovanni Zeni ha vinto il “premio di consolazione”, ossia una sorta di torneo bis tra gli eliminati nei primi turni (Zeni si è arreso al futuro vincitore Suzuki), togliendosi dunque una bella soddisfazione.

G.G.

 

© Riproduzione riservata
Commenti