Politica
Commenta

Caccia sospesa, M5S chiede al
consiglio regionale di sfiduciare Rolfi

"Un fallimento su tutta la linea, certificato anche dalla Lega e dalla maggioranza, che in Aula hanno mosso a loro volta accuse di incapacità. Ci auguriamo siano i titoli di coda di questa disastrosa esperienza e che l’opposizione regionale voglia sostenere questo atto in modo compatto".

Il gruppo consiliare M5S della Lombardia chiede che il Consiglio Regionale certifichi la sfiducia all’Assessore all’Agricoltura, alimentazione e sistemi verdi Fabio Rolfi.

«Presenteremo una mozione di censura, una lettera di dimissioni di fatto per l’assessore Rolfi» annuncia il Consigliere Regionale, Simone Verni: «Chi sbaglia deve rispondere dei propri errori. L’assessore Rolfi deve andare a casa perché ha dimostrato che questa amministrazione, con in testa il Presidente Fontana, non è in grado nemmeno di redigere un atto amministrativo. Sul tema caccia non ne hanno azzeccata una, perché fare politica nell’interesse di pochi per un pugno di voti, purtroppo per loro e per fortuna di tutti noi, non è ammissibile. A questa incapacità politica si aggiunge poi l’incapacità tecnica, che ha portato all’ennesimo intervento del TAR che ha sospeso l’attività venatoria in tutta la Regione. Un fallimento su tutta la linea, certificato anche dalla Lega e dalla maggioranza, che in Aula hanno mosso a loro volta accuse di incapacità. Ci auguriamo siano i titoli di coda di questa disastrosa esperienza e che l’opposizione regionale voglia sostenere questo atto in modo compatto».

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti