Spettacolo
Commenta

Sabbioneta, Paolo Zanazzi e
gli Zeromania molto apprezzati

"Non vedrete travestimenti femminili, trucchi e neppure ciglia finte" ha spiegato ad inizio esibizione limitandosi poi a indossare vistose giacche colorate ad ogni cambio di scena aggiungendo di non avvalersi di basi registrate grazie all'abilità di quattro giovani ed abili musicisti

Piu di due ore di piacevole musica domenica pomeriggio a Sabbioneta. Terminato il mercatino del riuso è partito il Concerto dedicato alle canzoni di Renato Zero eseguito dal gruppo Zero mania band. Iniziata attorno alle 18 prima dell’imbrunire l’esibizione è terminata alle 20 in punto con la sensazione che il pubblico sarebbe rimasto seduto ancora a lungo sotto il palco nello spazio di fronte alla Galleria degli Antichi. Un successo determinato dall’abilità artistica di un intramontabile Paolo Zanazzi da sempre grande interprete dei brani di Renato Zero di cui ama portare sul palco le caratteristiche artistiche senza scimiottamenti o banali scopiazzature. “Non vedrete travestimenti femminili, trucchi e neppure ciglia finte” ha spiegato ad inizio esibizione limitandosi poi a indossare vistose giacche colorate ad ogni cambio di scena aggiungendo di non avvalersi di basi registrate grazie all’abilità di quattro giovani ed abili musicisti. Intermezzo coinvolgente, tra un gruppo di canzoni e l’altro, l’estrazione dei biglietti della lotteria, condotta da un disinvolto Francesco Osini ex dirigente scolastico con la passione della musica d”autore. Sostenuto da alcune fans sfrenate che conoscevano a memoria tutte le parole delle canzoni in scaletta, Paolo Zanazzi si è altrettanto scatenato offrendo con passione ed energia il meglio di se garantendo quindi allo spettacolo un successo ed un consenso strameritati.

Ros Pis

© Riproduzione riservata
Commenti