Cronaca
Commenta

Mercanteinfiera, a Parma tanti
espositori dell'area Oglio Po

Un affluenza notevolissima per questa edizione che, come sottolinea l‘Organizzazione dell’evento, ha soddisfatto gli Espositori grazie clienti e compratori giunti nei Padiglioni della Fiera sopratutto da Francia, Russia e Turchia

Ci sono anche espositori di Bozzolo, Belforte, Gonzaga e altre località del territorio alla Mostra Internazionale di Parma, intitolata Mercante in Fiera. Un titolo più che mai azzeccato che da 40 anni caratterizza la grande esposizione di Baganzola,una immensa Fiera dove si trova un po’ di tutto potendo guardare e acquistare gli oggetti più diversificati. Dagli abiti alle calzature e gioielli vintage, la raccolta di video games dagli anni 70 al 2000 sino al settore dell’Antiquariato di pregio con trumeau e imponenti armadi, gigantesche cancellate in ferro, enormi ritratti in cornice,tavoli in noce e capienti bauli per i trasferimenti su nave oltreoceano. Impossibile elencare tutti gli oggetti esposti nei 5 padiglioni a disposizione del pubblico che avrà ancora due giorni, oggi e domani (domenica) per soddisfare le tante curiosità.Tra le opere d’arte più importanti vi è l’incisione di una scapola bovina realizzata a fine 700 che rievoca un episodio del Canto XVIII della Divina Commedia (un omaggio a Dante) con la battaglia di Tagliacozzo.tra Guelfi e Ghibellini. Passando alle cose più frivole non si può dimenticare la mostra delle cravatte con cui viene ripercorsa l’indole vanitosa dell’uomo nel tempo.In questa edizione di Mercante in Fiera molto estesa l’esposizione di apparecchi radiofonici e juxe box che dagli anni 60 in poi costituivano una presenza fissa nei bar e locali pubblici occupando quello spazio che purtroppo ai giorni nostri viene riservato a macchinette mangiasoldi e slot machine. Tantissimi e coloratissimi i modelli di juxe box che i visitatori possono ammirare portandosi a casa, con l’eventuale acquisto,anche collezioni di dischi in voga in quegli anni. Partendo da prezzi variabili dai 13 mila ai 35 mila euro, tutto compreso. Un investimento importante da mettere nel salotto di casa lasciando incuriosita la famiglia davanti al vetro per ammirare il sistema rotante nel pescaggio dei dischi. Che poi venivano lasciati cadere sul piatto per iniziare la riproduzione musicale attraverso il braccetto con la puntina. Un affluenza notevolissima per questa edizione che, come sottolinea l‘Organizzazione dell’evento, ha soddisfatto gli Espositori grazie clienti e compratori giunti nei Padiglioni della Fiera sopratutto da Francia, Russia e Turchia.

Ros Pis

© Riproduzione riservata
Commenti