Chiesa
Commenta

Sinodo universale al via
con la Veglia Diocesana

La celebrazione, animata dai canti in Cattedrale del coro di Soresina e il coro Saint Michel della comunità francofona africana, è proseguita con la meditazione su altri passaggi del documento preparatorio del Sinodo sino alla chiamata di Gloria Manfredini e Marco Allegri.

Domenica 10 ottobre Papa Francesco ha ufficialmente aperto il Sinodo universale che, ha avviato i cammini sinodali a livello diocesano. E’ in questo contesto che sabato sera il vescovo di cremona Antonio Napolioni ha presieduto la veglia diocesana, a cui erano invitate tutte le comunità parrocchiali insieme ai propri sacerdoti, i gruppi e le associazioni ecclesiali. La convocazione diocesana è stata anche occasione per vivere comunitariamente il mandato missionario ai due laici in partenza per il Brasile nella parrocchia Gesù Cristo Risorto di Salvador de Bahia.

La serata di preghiera – che è stata trasmessa ieri sera in diretta su Cremona1 – ha preso avvio alle 21 in tre chiese cittadine – a San Pietro al Po, a S. Abbondio e a S. Michele – dove i fedeli si sono riuniti in base alle zone pastorali di provenienza.
Ad accogliere i fedeli è stato sulla porta di ingresso del duomo il vescovo Antonio Napolioni.

La celebrazione, animata dai canti in Cattedrale del coro di Soresina e il coro Saint Michel della comunità francofona africana, è proseguita con la meditazione su altri passaggi del documento preparatorio del Sinodo sino alla chiamata di Gloria Manfredini e Marco Allegri, i due laici in partenza per il Brasile come “fidei donum”.

Sono stati loro a ricevere, dopo l’omelia, il mandato missionario, ricevendo dal vescovo il crocifisso e un cero simbolo della loro testimonianza che rimarrà anche come segno visibile sia in Cattedrale sia nella parrocchia di Salvador de Bahia. Prima della benedizione finale, dopo un breve richiamo al percorso del cammino sinodale, il Vescovo ha consegnato a ogni gruppo parrocchiale, associazione o famiglia religiosa un segno del Sinodo: un manifesto che potrà accompagnare l’intera fase diocesana.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti