Sport
Commenta

L'Interflumina e i numeri che
crescono: "Un gran patrimonio"

Essendo sport individuale, l’atletica non si è quasi mai fermata e questo ha aiutato molto. Poi è arrivata l’Olimpiade di Tokyo che ha portato benefici. Non solo non si sono persi iscritti ma si è guadagnato un 20%. GUARDA IL SERVIZIO TG DI CREMONA 1

Lo chiamano effetto Tokyo. E sembra sentirsi bene anche all’Atletica Interflumina di Casalmaggiore. Nuove iscrizioni, con un particolare incremento nella marcia, non a caso la disciplina che ha vinto più ori (ben due) assieme alla velocità, ma soprattutto una rinnovata voglia da parte dei giovani e giovanissimi presenti al campo scuola “Paolo Corna”, come conferma il presidente Carlo Stassano.

Una bella soddisfazione, e un ottimo colpo d’occhio quello che si può ammirare dalle ore 18 in avanti, quando i vari gruppi – rispettando distanziamenti e procedure – si ritrovano. Essendo sport individuale, l’atletica non si è quasi mai fermata e questo ha aiutato molto. Poi è arrivata l’Olimpiade di Tokyo che ha portato benefici. Non solo non si sono persi iscritti ma si è guadagnato un 20%. La mission, in ogni caso, è più importante anche di una medaglia d’oro come quella di Fausto Desalu, partito proprio dalla Baslenga, perché guarda al sociale.

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti