Cultura
Commenta

Grazia Deledda dimenticata
Viadana tace, ci pensa Parma

Nelle sue opere letterarie la scrittrice non mancava di parlare e lodare l’ospitalità e la cordialità della gente del territorio citando Casalbellotto, Casalmaggiore Viadana e Cicognara appunto. Purtroppo nessuna iniziativa viene annunciata localmente per commemorare la figura della scrittrice

A Viadana, precisamente in frazione Cicognara, vi è una grande casa bianca con una targa affissa al muro che riporta questa dicitura: ”In questa casa ospitale nelle frequenti soste tra i suoi cicognaresi dimorò e lavorò Grazia Deledda Premio Nobel per la letteratura. Cicognara riconoscente il 23 gennaio 1912”. Non si può certo conoscere il pensiero della scrittrice sarda scomparsa nel 1936 (era nata nel 1871) ma alla luce di quanto sta accadendo non è garantito che l’attaccamento per la gente del paese dove amava soggiornare per lunghi periodi potrebbe ancora rinnovarsi. Attualmente a livello politico e nemmeno culturale nessuno sembra occuparsene, a parte qualche sparuto e isolato storico che passa inosservato e inascoltato. Nelle sue opere letterarie la scrittrice non mancava di parlare e lodare l’ospitalità e la cordialità della gente del territorio citando Casalbellotto, Casalmaggiore Viadana e Cicognara appunto. Purtroppo nessuna iniziativa viene annunciata localmente per commemorare la figura della scrittrice che, ricordiamo, fu la prima donna italiana a ricevere il premio Nobel (per il libro Canne al Vento) e la seconda a livello mondiale dopo Selma Lagerlof. Per fortuna ci sta pensando la vicina città di Parma a colmare questa lacuna per merito dell’omonimo circolo culturale intitolato appunto a Grazia Deledda situato in via Lasagna nella città ducale. L’associazione annuncia che mercoledi 10 novembre alle ore 19.30 si terrà un Convegno presso il convitto Maria Luigia in Borgo Lalatta 14 a Parma intitolato: “Dalle Terre di Sardegna alle acque del grande fiume Po. Grazia Deledda: da Nuoro a Cervia a Cicognara”. Un’iniziativa spettacolo che viene allestita in occasione dei 150 anni della nascita della scrittrice sarda che un po’ di sangue mantovano si può dire avesse nelle vene avendo sposato Palmiro Madesani un funzionario della Finanza di origini cicognaresi e che qui appunto in questa casa della frazione viadanese visse diversi anni con la importante consorte. Sarebbe utile quindi ricordare che Cicognara oltre a don Primo Mazzolari vanta un’altra figura di notevole spessore come quella del Premio Nobel per la letteratura Grazia Deledda.

Ros Pis

© Riproduzione riservata
Commenti