Politica
Commenta

Casalmaggiore, é Linda Baroni
il nuovo Assessore ai Servizi Sociali

Linda Baroni è una mamma molto attenta, e chi la conosce, anche da diversa sponda politica, le riconosce il merito di saper ascoltare e di cercare sempre una mediazione. Ed è proprio all'ascolto che dedicherà parte del suo tempo nel nuovo ruolo. GUARDA IL SERVIZIO TG DI CREMONA 1

Il sindaco Filippo Bongiovanni con il neo assessore Linda Baroni

E’ Linda Baroni in Saccenti il nuovo Assessore alle Politiche Sociali, Terzo Settore e Pari Opportunità del Comune di Casalmaggiore. Il nuovo membro della giunta Casalese è stata presentata questa mattina dal sindaco Filippo Bongiovanni in Sala Giunta. Il primo cittadino ha scelto una figura che il mondo dei servizi sociali e quello del volontariato lo conosce bene in sostituzione di Gianfranco Salvatore, a cui la delega era stata tolta per la scelta radicale dello stesso di non vaccinarsi e di non effettuare tamponi (una scelta dovuta, vista l’impossibilità dell’assessore stesso di lavorare in presenza). 61 anni, coniugata all’agricoltore Guido Saccenti, tre figli (due maschi e una femmina), da sempre attiva nel mondo del volontariato (tra le altre Santa Federici, Interflumina, Parrocchia), Linda Baroni è stata per due anni e mezzo presidente del Concass. Lo è stata – ed è una nota di merito – in un periodo particolarmente complesso, quello legato allo scoppio della pandemia, riuscendo nell’impresa, non certo semplice, di gestire una struttura complessa in un periodo di esigenze e bisogni nuovi. Il Covid ha messo a dura prova le strutture dei servizi sociali ma il Casalasco (non solo il comune di Casalmaggiore ma tutti i comuni medio piccoli che al Concass fanno riferimento) ha retto bene il colpo, riuscendo a garantire i servizi fondamentali per i cittadini che ne avevano maggior necessità.

Visibilmente emozionata la neo Assessore si è presentata. “L’emozione è tanta – ha detto Linda Baroni – anche perché ritengo sia un privilegio essere qui oggi con tutti voi. Ringrazio il sindaco per la fiducia che mi ha riservato per l’importante incarico che mi affida in un settore così particolarmente delicato come i servizi sociali. Ringrazio Casalmaggiore al Centro che mi ha proposto a questo assessorato che accolgo come una possibilità per poter mettermi a servizio della Comunità. Spero di esserne all’altezza e di non deludere le aspettative. Devo ringraziare la mia famiglia che mi sostiene e mi aiuta nelle scelte e mi permette di dedicare tempo a questo mio nuovo impegno. Chi mi conosce sa bene  che la mia famiglia non è cosa semplice, i miei figli nelle loro difficoltà sono stati e continuano ad essere per me e mio marito una scuola di vita dalla quale abbiamo imparato tanto. Penso che questo mio bagaglio potrà essermi utile per affrontare questa nuova esperienza. Un grazie di cuore al Concass che mi ha accolto e dato tanto, prima nelle figure di Katja Avanzini e ora di Cristina Cozzini, grazie alle assistenti sociali, e a tutto il personale che lavora in prima linea per risolvere i problemi dei nostri cittadini”.

“Linda Baroni – ha detto il sindaco – si è dimessa questa mattina dal Concass essendo i due ruoli incompatibili, per accettare la proposta di diventare Assessore. Chi meglio di lei poteva sostituire Salvatore? In due anni e mezzo ha imparato come funziona la macchina dei servizi sociali ed anche se il Concass ha una funzione più organizzativa e di programmazione ha pure una sua parte operativa che le sarà utile. Linda è una persona che ci dà certe garanzie e la sicurezza di sapere che cosa sono i servizi sociali e che cosa si fa. E’ già parte di questo mondo”.

Linda Baroni è una mamma molto attenta, e chi la conosce, anche da diversa sponda politica, le riconosce il merito di saper ascoltare e di cercare sempre una mediazione. Ed è proprio all’ascolto che dedicherà parte del suo tempo nel nuovo ruolo. “Conosco le problematiche del mondo del volontariato – ci spiega – e so delle difficoltà che tante associazioni attraversano, aggravate dal periodo del Covid. Con qualcuna delle associazioni ho già avuto modo di confrontarmi, con le altre lo farò. Auguro a tutte le associazioni comunque che possano lavorare al meglio”.

Nazzareno Condina

© Riproduzione riservata
Commenti