Sport
Commenta

Il Grand Prix Orienteering
unisce Casalmaggiore e Colorno

Le gare sono aperte anche ai non tesserati, dunque anche a famiglie con bambini, con l’unica regola che sta nel rispetto del Codice della Strada, trattandosi di orienteering urbano. Previsti circa 200 iscritti. GUARDA IL SERVIZIO TG DI CREMONA 1

Casalmaggiore e Colorno insieme: due sponde del Po unite dal Grand Prix Orienteering e dall’Atletica Interfliumina che proprio alla disciplina dello sport orientamento si è votata sin dalla sua nascita a metà anni ’70 e che alla FISO dedicherà uno spazio ad hoc all’interno dell’Eco Ostello Cascina Sereni che sta nascendo per la formazione dei tecnici.

Andando con ordine e venendo agli appuntamenti nell’immediato, domenica si correrà questa doppia tappa, prima a Casalmaggiore e poi a Colorno, che metterà in palio il titolo dell’Emilia Romagna, dato che l’Atletica Interflumina da sempre raccoglie comuni di tre province (Cremona, Mantova, Parma) e due regioni (Lombardia ed Emilia) diverse.

Una doppia gara presentata mercoledì mattina nel Centro di Medicina dello Sport di Casalmaggiore da Carlo Stassano e Francesca Miglio, presidente e segretaria Interflumina, che hanno lodato il grande lavoro di Corrado Arduini, presidente del FISO Emilia Romagna e tracciatore capace di disegnare sei diversi percorsi: dal più breve di un chilometro per i bambini a quelli, crescendo, per Cadetti, Allievi, fino ad arrivare alla categoria Elite.

Non conta la distanza, quanto piuttosto i tempi, tanto è vero che le due prove – la prima a Casalmaggiore dalle 10, la seconda a Colorno dal Cral Farnese dalle ore 14 – sommeranno il crono dei partecipanti e assegneranno il primo posto all’atleta più veloce. Corsa orientamento significa infatti andare veloce, essendo una prova Sprint, ma al contempo non sbagliare le lanterne da punzonare, pena la penalità in secondi da scontare sul tempo finale.

La tappa di Casalmaggiore partirà da via Baldesio e giungerà, dopo un tracciato particolare in piazza Garibaldi con partenze scaglionate dalle 10 alle 10.45 e arrivo previsto entro mezzogiorno per tutti i partecipanti. Il dottor Luigi Borghesi sarà il medico in servizio per ogni evenienza. Le gare sono aperte anche ai non tesserati, dunque anche a famiglie con bambini, con l’unica regola che sta nel rispetto del Codice della Strada, trattandosi di orienteering urbano. Previsti circa 200 iscritti.

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti