Economia
Commenta

Coldiretti, arriva make up in
stalla, mucche su red carpet

L’appuntamento costituisce un richiamo per tutto il sistema zootecnico nazionale e internazionale perché mette in mostra il meglio della selezione genetica italiana all’insegna della biodiversità, del benessere animale e della sostenibilità.

Mucche al make up per la sfilata sul red carpet con giovani stylist da tutta Europa al lavoro con phon, spazzole, rasoi e brillantini per far risaltare le caratteristiche dei capi e convincere la giuria ad assegnare il primo premio. Ad annunciarlo è la Coldiretti in occasione dell’apertura della Mostra Nazionale del Bovino da latte Frisona e Jersey italiana promossa da Anafibj nell’ambito della Fiera agricola e Zootecnica di Montichiari, in via Brescia 129 a Montichiari, la più importante manifestazione italiana a livello internazionale dedicata all’allevamento, con oltre 47mila metri quadri espositivi dove gli agricoltori da tutte le regioni hanno portato i migliori esemplari delle più diverse razze ancora presenti in Italia.

La preparazione delle mucche per il concorso di bellezza “in stalla” – sottolinea Coldiretti – è durata fino a 2 ore e non ha nulla da invidiare alle sfilate tradizionali grazie soprattutto all’impegno di giovani, studenti delle scuole agrarie o allevatori, che ne fanno una vera e propria arte, abbinando l’abilità di “stylist” alla capacità di condurre gli animali valorizzandone le caratteristiche distintive. Il tutto sotto l’occhio severo di una giuria specializzata che decide il vincitore finale sulla base di una dettagliata serie di parametri. Come nei concorsi riservati a uomini e donne – spiega la Coldiretti -, gli animali vengono valutati sulla base delle caratteristiche ben precise che nel caso delle mucche piu’ giovani riguardano soprattutto la cura del manto per esaltare i pregi e minimizzare i difetti.

Per accattivarsi il favore della giuria – rileva la Coldiretti – le mucche sono state dapprima tosate partendo dal dorso e allargandosi poi al resto del corpo per eliminare i peli in eccesso e dare maggiore brillantezza al manto, facendo risaltare al contempo la muscolatura. Particolare cura è stata data alla parte dorsale e la criniera che vengono pettinati con spazzola e phon e lo stesso è stato fatto con la coda che è stata addirittura cotonata. E’ seguita la “messa in piega” con phon, lacca e, magari, brillantini, per dare il tocco finale.

La mostra nazionale di razza Frisona e Jersey è la sola ad essere riconosciuta come tale dal Ministero delle Politiche Agricole ed è organizzata da Coldiretti e Anafibj, l’unica Associazione italiana riconosciuta a livello mondiale per le razze Frisona e Jersey. L’appuntamento costituisce un richiamo per tutto il sistema zootecnico nazionale e internazionale perché mette in mostra il meglio della selezione genetica italiana all’insegna della biodiversità, del benessere animale e della sostenibilità.

redazione@oglioponews.it

 

© Riproduzione riservata
Commenti