Ambiente
Commenta

Stop plastica in classe: 830 borracce
in acciaio agli studenti di Torrile

Iniziativa di EmiliAmbiente (gestore del servizio idrico) in collaborazione con il Comune di Torrile

Sono 830 le borracce in acciaio inox che sono state regalate ad altrettanti studenti e studentesse delle scuole di Torrile per lanciare un chiaro messaggio contro l’eccessivo utilizzo della plastica ed il rispetto dell’ambiente.

Le borracce sono state donate agli studenti delle scuole primarie di San Polo e Torrile e della secondaria di primo grado dell’Istituto Comprensivo Falcone e Borsellino da EmiliAmbiente, gestore del servizio idrico, in stretta collaborazione con il Comune di Torrile.

In totale sono 25mila le borracce – personalizzate con i colori ed il logo della società – che EmiliAmbiente sta distribuendo ad ogni alunno ed alunna delle scuole attive negli undici comuni serviti, tra i quali, appunto, anche Torrile.

“Già dal 2016 – spiega Andrea Marsiletti, consigliere di amministrazione di EmiliAmbiente intervenuto per la consegna a Torrile – la società ha scelto di proporre la borraccia personalizzata come omaggio esclusivamente ai bambini e i ragazzi coinvolti dai laboratori della Scuola dell’acqua, il progetto didattico sul tema della risorsa-acqua e della sostenibilità giunto quest’anno alla sua ottava edizione. Visto il successo di gradimento di questo gesto, e in risposta a una precisa sollecitazione dei comuni soci, l’azienda ha ora deciso di estenderlo all’intera popolazione scolastica del territorio servito, optando per un prodotto in acciaio inox, cioè del materiale di massima qualità e sicurezza, e dotato di una nuova ed originale veste grafica”.

Molto soddisfatto il sindaco di Torrile Alessandro Fadda: “La distribuzione delle borracce ai nostri 830 studenti – aggiunge – ha un grande valore pratico, perché contribuisce a ridurre l’utilizzo delle bottiglie di plastica, ed un altrettanto importante valore formativo ed educativo perché i ragazzi imparano quanto sia fondamentale il rispetto del nostro ambiente e diventano ambasciatori di questo messaggio con i loro familiari”.

Pieno appoggio all’iniziativa anche da parte del dirigente scolastico Lorenzo Cardarelli che, insieme a Fadda e Marsiletti, ha consegnato una prima parte delle borracce ad una rappresentanza di alunni.

Quello di EmiliAmbiente non è solo un regalo, ma anche un invito a bere l’acqua del rubinetto anche fuori casa perché sicura (ogni anno EmiliAmbiente svolge 290 controlli esaminando 7.714 parametri); ecologica (in un anno in Italia per imbottigliare 12 miliardi di litri di acqua minerale sono necessarie 350mila tonnellate di Pet, con un consumo di 665mila tonnellate di petrolio e un’emissione di circa 910mila tonnellate di CO2) ed economica (quella in bottiglia costa circa il 6.000% in più).

Cristian Calestani

© Riproduzione riservata
Commenti