Salute
Commenta

Riforma sanitaria, Taurozzi: "Come
dev'essere il distretto Oglio Po"

"Occorre che tutti i sindaci di area si mobilitino per raggiungere questo obiettivo. È stata proposta alla Regione l'attivazione di una nuova ASST casalasco viadanese alla luce delle particolari caratteristiche geografiche dell'area".

Durante i lavori dell’incontro dibattito sulla nuova riforma sanitaria della Regione lombardia e sulle sue ricadute nella provincia di Mantova al quale non hanno potuto partecipare i consiglieri regionali Antonella Forattini e Andrea Fiasconaro richiamati d’urgenza per la maratona in consiglio regionale, il relatore Prof. Nicola Taurozzi Primario Emerito e ex Docente dell’università Statale di Milano ha evidenziato che nell’ambito della riorganizzazione della medicina territoriale, la Provincia di Mantova risulta sottostimata per quanto riguarda la distribuzione delle strutture sanitarie di prossimità indicate dal PNRR.

Alla Provincia Virgiliana verrebbero assegnati quattro distretti sanitari invece di sei, otto case di comunità invece di undici, tre ospedali di comunità al posto di quattro, solo sei consultori familiari a fronte di venti indicati dal PNRR. Durante l’incontro è stata sostenuta la proposta dell’attivazione di una ASST casalasco viadanese per le particolari caratteristiche geografiche di questa area che vede alcuni comuni afferenti alla provincia di mantova ed altri alla provincia di Cremona.

“Le direttive nazionali Agenas – fa notare Taurozzi – suggeriscono di calcolare il numero delle strutture sanitarie di prossimità non solo in funzione del numero degli abitanti, ma anche in funzione delle particolari caratteristiche geografiche di un’area. Pertanto è possibile richiedere una ASST Casalasco Viadanese che includa un distretto sanitario, due case di comunità, un ospedale di comunità ed un ospedale Oglio Po di primo livello per acuti”.

“Occorre che tutti i sindaci di area si mobilitino per raggiungere questo obiettivo. È stata proposta alla Regione l’attivazione di una nuova ASST casalasco viadanese alla luce delle particolari caratteristiche geografiche dell’area con comuni che afferiscono in parte alla provincia di Mantova e in parte a quella di Cremona. L’ASST deve comprendere un distretto sanitario, due case di comunità, un ospedale di comunità e l’ospedale Oglio Po di primo livello. La riforma dispone di un miliardo e duecento milioni dal PNRR”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti