Cronaca
Commenta

Denuncia a Casalmaggiore
per guida in stato di ebbrezza

Cinque persone denunciate per guida sotto l’influenza di alcol, possesso di segni distintivi falsi e porto abusivo di armi da taglio: questo il bilancio dell’ennesimo week end di controlli straordinari messi in campo dai Carabinieri delle Compagnie di Cremona, Casalmaggiore e Crema.

Cinque persone denunciate per guida sotto l’influenza di alcol, possesso di segni distintivi falsi e porto abusivo di armi da taglio: questo il bilancio dell’ennesimo week end di controlli straordinari messi in campo dai Carabinieri delle Compagnie di Cremona, Casalmaggiore e Crema, con l’impiego di numerose pattuglie nel capoluogo e nei comuni della provincia, nell’ambito delle attività di contrasto ai reati contro la persona e contro il patrimonio e alle condotte di guida pericolose. Numerosi sono stati i posti di controllo eseguiti nei punti più frequentati del territorio e lungo le statali.

I Carabinieri della Sezione Radiomobile di Cremona, durante un servizio notturno di perlustrazione del territorio hanno individuato e fermato un 40enne italiano, che guidava con andatura incerta. I militari hanno subito riconosciuto i  sintomi di alterazione psicofisica dovuta all’abuso di alcol. E’ quindi seguito un controllo con l’etilometro, che ha rivelato un tasso alcolemico pari a 2,36 g/l, quasi cinque volte superiore a quello previsto dalla legge. Per lui è quindi scattata la denuncia all’Autorità Giudiziaria e l’immediato ritiro della patente.

Stessa sorte per una donna italiana di 41 anni, che nei giorni scorsi ha provocato autonomamente un incidente, uscendo di strada e schiantandosi contro un palo della luce. I militari cremonesi l’hanno sottoposta quindi ad alcol test. ed è risultata avere un tasso alcolemico pari a 1,20 g/l.

Vicenda analoga a Casalmaggiore, dove durante un servizio notturno di perlustrazione del territorio, gli uomini dell’Arma hanno fermato un 35enne albanese, che sottoposto a etilometro è risultato avereun tasso di 1,15 g/l.

Invece i carabinieri della Stazione di San Daniele Po hanno denunciato un 37enne di nazionalità italiana per possesso di segni distintivi contraffatti, nonché segnalato alla Prefettura quale assuntore di stupefacenti. Nel corso di una perquisizione presso al sua abitazione, infatti, l’uomo è stato trovato in possesso di una paletta segnaletica, simile a quelle in uso alle forze di Polizia, riportante su ambo i lati l’emblema della Repubblica Italiana e le scritte “Comune di Cremona – Polizia Municipale”. Inoltre, è stato trovato anche in possesso di un grammo di marijuana. Non avendo titolo a detenerla, la paletta è stata sequestrata e il 37enne è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria.

Infine i militati cremaschi hanno fermato un’autovettura che transitava sulla S.P. 64 nel comune di Pianengo con a bordo un cittadino italiano di 38 anni, con precedenti di polizia. Durante il controllo i carabinieri, insospettiti dall’atteggiamento nervoso dell’occupante del veicolo, hanno perquisito l’autovettura, rinvenendo due coltelli, uno a serramanico e uno da cucina, nascosti sotto un sedile. Le armi da taglio, portate senza alcuna giustificazione plausibile, sono state sottoposte a sequestro l’uomo è stati denunciato alla Procura della Repubblica di Cremona per il porto abusivo.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti