scuola
I commenti sono chiusiCommenta

La Marina Militare di Nave
Italia sbarca allo IAL di Viadana

Mesi fa gli studenti hanno partecipato ad un imbarco, facente parte del percorso scolastico, con lo scopo di acquisire competenze specifiche e capacità collaborative. Ora il progetto si è concluso, invece, tra i banchi delle aule scolastiche. Per i marinai sono state giornate intense

La Marina Militare sbarca a Viadana e approda all’Istituto scolastico IAL Lombardia. Il Vicecomandante Luigi Moretti, il Nostromo Claudio Tiana e nove marinai dell’equipaggio di Nave Italia sono scesi a terra per svolgere la fase di post imbarco del progetto sfida mare vs terra iniziato con gli studenti IAL di Cremona e Viadana lo scorso settembre. Lo storico veliero, di proprietà della fondazione Tender to Nave Italia (rappresentata in questo viaggio dalla project manager Antonella Tosetti) viene governato dalla Marina Militare per svolgere missioni di pubblica utilità in favore dei giovani. Mesi fa gli studenti hanno partecipato ad un imbarco, facente parte del percorso scolastico, con lo scopo di acquisire competenze specifiche e capacità collaborative. Ora il progetto si è concluso, invece, tra i banchi delle aule scolastiche. Per i marinai sono state giornate intense, che hanno anche permesso loro di scoprire le meraviglie del territorio dei Gonzaga. Mercoledì, hanno potuto ammirare il patrimonio artistico della città di Sabbioneta, dove il primo cittadino Marco Pasquali li ha accolti, insieme alla guida Marcella Luzzara. Il giorno successivo si sono poi recati a visitare il museo del fiume di Boretto dove, grazie al personale di AIPo (rappresentato dall’ing. Alessio Picarelli), hanno potuto ammirare anche il cantiere navale che ospita pezzi di storia del fiume. Non a caso è stata scelta questa destinazione, che sarà luogo in cui l’Istituto di formazione svilupperà un prossimo progetto formativo per studenti in obbligo scolastico e adulti: River hub le officine sociali. Il momento conviviale di giovedì, a cura dei docenti di cucina IAL (Gianluigi Salvato e Omar Torresani), durante il quale era presente anche una delegazione di IAL sede di Saronno, è stato occasione di un’importante momento di condivisione tra militari e studenti. Prima di ripartire, i marinai hanno lasciato ai discenti un nuovo compito da portare a termine, ovvero il restauro di caviglie e bozzelli della nave, opera che avverrà a Boretto. Elisabetta Larini ha commentato l’evento: “si conclude oggi l’ennesimo progetto ben riuscito grazie alla ormai consolidata collaborazione con la Marina Militare Italiana, che riprenderà appena la nave tornerà a navigare. Con AIPo inizia un cammino importante, un esempio concreto di sinergia tra esigenze del territorio e settore formativo. L’interconnessione tra Enti, scuole, aziende, associazioni e privati cittadini, fornirà un prezioso sostegno al tessuto produttivo, aumentando collaborazioni e senso di coesione, prestando particolare attenzione agli ambiti professionali. Ma di questo mi riservo di parlare in modo più specifico all’inizio del nuovo anno”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti

I commenti sono chiusi.