Cronaca
Commenta

Dopo 16 anni riecco il Premio Città di
Casalmaggiore: va all'ospedale Oglio Po

I vertici dell’ospedale Oglio Po, con alcuni rappresentanti del corpo medico, infermieristico e sanitario, sono stati ricevuti in apertura di seduta, con il saluto delle varie parti politiche. GUARDA IL VIDEO

Il Premio Città di Casalmaggiore è tornato ad essere assegnato dopo 16 anni di attesa. E’ avvenuto martedì 28 dicembre in sala consiliare a Casalmaggiore durante la seduta dell’ultimo Consiglio Comunale del 2021. Il premio è andato al personale sanitario e medico dell’ospedale Oglio Po, in prima linea nella lotta al Covid.

I vertici dell’ospedale di Vicomoscano, con alcuni rappresentanti del corpo medico, infermieristico e sanitario, sono stati ricevuti in apertura di seduta, con il saluto delle varie parti politiche. Il premio, infatti, è stato assegnato all’unanimità su proposta della giunta e accolto poi per acclamazione da tutte le parti presenti nella apposita commissione, rappresentando dunque anche i vari gruppi di minoranza.

Prima ha preso la parola il sindaco Filippo Bongiovanni, che ha ricordato i mesi durissimi della pandemia, e i primi giorni in particolare, quando il Coronavirus colpì durissimo e venne affrontato a mani nude. Successivamente Mario Daina, consigliere di Casalmaggiore la Nostra Casa, ha ricordato i tanti problemi della sanità territoriale, spronando a non mollare mai su questo tema. Un saluto è giunto da Annamaria Piccinelli di Vivace e Sostenibile, che ha parlato di “ospiti straordinari” con l’impegno a darsi sempre da fare per l’Oglio Po anche e soprattutto politicamente. Hanno poi portato il loro saluto il consigliere di maggioranza Pamela Carena che ha parlato di “riconoscimento al fronte, alla prima linea”, e Gabriel Fomiatti, consigliere del Listone: “E’ giusto dopo 16 anni tornare ad attribuire questo premio proprio a voi”.

Un grande applauso da parte di tutto il consesso ha “scortato” i vari esponenti dell’ospedale Oglio Po fino al ritiro del premio, consistente in una targa con la motivazione dell’assegnazione. Il grazie è stato affidato alle parole della direttrice Daniela Ferrari, che il 30 dicembre è andata in pensione, e dal primario di Medicina Giorgio Ragni.

redazione@oglioponews.it (video di Alessandro Osti)

© Riproduzione riservata
Commenti