Cronaca
Commenta

Insediato nuovo Consiglio degli
Agronomi: Cabini presidente

Cabini è il più giovane presidente in Lombardia con i suoi 37 anni, libero professionista e titolare dell’omonimo Studio Tecnico a Offanengo.

Si è insediato il 16 dicembre scorso il nuovo Consiglio direttivo dell’Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali della Provincia di Cremona eletto a settembre. Al presidente uscente Gabriele Panena è subentrato Emanuele Cabini.

L’assemblea generale degli iscritti all’Ordine si è riunita per l’approvazione del  bilancio previsionale 2022 ed è stata anche l’occasione per la presentazione del nuovo consiglio direttivo. Quasi il 60% degli iscritti aventi diritto ha partecipato al voto al primo turno. I consiglieri eletti hanno quindi dato corso all’attribuzione delle cariche, eleggendo all’unanimità Cabini per il quadriennio 2021-2025.  Alla Vicepresidenza è stato nominato Giambattista Merigo mentre le cariche di Segretario e Tesoriere rispettivamente sono andate a due new entry, Luciano Basso Ricci e Gianni Azzini. Completano il direttivo i liberi professionisti Gianantonio Aliprandi, Marco Baioni, Eugenio Foglia, Ermete Lazzari e Paolo Maria Reggiani.

Cabini è il più giovane presidente in Lombardia con i suoi 37 anni, libero professionista e titolare dell’omonimo Studio Tecnico a Offanengo. “I Dottori Agronomi e Dottori Forestali – ha detto – sono per la Provincia di Cremona figure professionali chiave, in quanto impegnati nel settore agro-zootecnico, nell’edilizia sostenibile, nelle bioenergie e nella progettazione del verde urbano. In generale sono i primi promotori della sostenibilità, oggi più che mai d’attualità con il PNRR e Agenda 2030. Se la nostra categoria professionale negli ultimi anni è diventata il punto di riferimento per le consulenze rivolte a molte realtà produttive, altrettanta importanza non gli è riconosciuta dal settore pubblico ed istituzionale a cui sono demandate decisioni in materia agro-ambientale. Per questo vogliamo promuovere la figura dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali, attraverso specifiche iniziative di comunicazione per riprendere il nostro ruolo dopo la pandemia da Covid19”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti