Cronaca
Commenta

Suzzara-Parma, pendolari lasciati
a piedi. E Costa (PD) interroga

Giovedì scorso la navetta su gomma che da Brescello doveva portare i pendolari di metà mattina a Viadana, completando la tratta e che per questo doveva essere garantita, non si è presentata lasciando tutti a piedi. GUARDA IL SERVIZIO TG DI CREMONA 1

Non c’è soltanto Trenord, non c’è soltanto la linea Parma-Brescia (e pure sulla Mantova-Cremona-Milano non si scherza). L’omologo in Emilia Romagna TPER fa dannare i pendolari della linea Parma-Suzzara, che interessa da vicino anche il comprensorio Oglio Po, dato che molti pendolari del viadanese utilizzano quei mezzi.

Giovedì scorso la navetta su gomma che da Brescello doveva portare i pendolari di metà mattina a Viadana, completando la tratta e che per questo doveva essere garantita, non si è presentata lasciando tutti a piedi.

E se è vero che Regione Emilia Romagna ha investito 58 milioni di euro per l’elettrificazione dell’intera linea, che partirà nel 2022 risolvendo non pochi problemi, e se è vero che altri 60 milioni di euro sono stati stanziati per eliminare le interferenze tra ferrovia e strada (tradotto, i passaggi a livello), ecco che i problemi vanno risolti anche nell’immediato, come conferma Andrea Costa, consigliere regionale del Pd.

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti