Cronaca
Commenta

Cala la popolazione in provincia
ma sale la componente straniera

L’Ufficio Statistica della Provincia di Cremona ha pubblicato il Rapporto sulla popolazione residente nei Comuni della provincia di Cremona al 1° gennaio 2021.

L’Ufficio Statistica della Provincia di Cremona ha pubblicato il Rapporto sulla popolazione residente nei Comuni della provincia di Cremona al 1° gennaio 2021.

In questo report vengono presentate alcune elaborazioni, effettuate sui dati di fonte ISTAT pubblicati di recente, relative alla popolazione residente, divisa per singola età, sesso e stato civile, sia a livello comunale che provinciale, come la suddivisione delle principali classi di età ed al calcolo dei più tradizionali indicatori demografici. Le elaborazioni sono effettuate per i 113 Comuni, per la provincia, le due aree omogenee, le quattro circoscrizioni per l’impiego, i tre ex distretti ASL e le unioni di Comuni.

“Si tratta di uno strumento importante che fornisce una precisa fotografia del nostro territorio e della vita delle nostre comunità – ha precisato il presidente della Provincia di Cremona, Paolo Mirko Signoroni – il nostro Ufficio Statistica, con professionalità e puntualità, fornisce ai nostri comuni una delle leve strategiche per le azioni di governo del territorio, la statistica. Nel corso dell’anno pubblichiamo diversi report, oltre a questo, quello sulla popolazione scolastica e sul turismo”.

I principali risultati. Al 1° gennaio 2021 la popolazione provinciale era di 352.242 unità, di cui il 49% maschi e il 51% femmine. Rispetto all’anno prima si registra una diminuzione di 3.666 unità (-1%). Ripartendo i residenti per stato civile si ha che il 47% erano coniugati, il 42% celibi/nubili, l’8% vedovi e il 3% divorziati.

Sempre al 1° gennaio 2021, gli stranieri residenti erano 42.031 (il 12% circa della popolazione), di cui il 50% maschi e il 50% femmine. Rispetto all’anno precedente gli stranieri sono aumentati di 506 unità (+1,2%).

La popolazione cremonese si caratterizza per avere un alto tasso di vecchiaia, infatti il 25% della popolazione ha più di 64 anni, mentre in Lombardia e in Italia questo percentuale è più bassa (23%).

Ripartendo la popolazione per fasce d’età, emerge che i bambini dagli 0 ai 6 anni sono il 5% della popolazione, quelli dai 7 ai 14 anni il 7%, mentre la cosiddetta popolazione attiva che va dai 15 ai 64 anni è il 63% e la popolazione dai 65 anni in poi è il 25%.

Il 45% della popolazione risiede nei comuni dell’area cremasca, il 44% nei comuni dell’area cremonese e l’11% nel casalasco. I comuni con più abitanti sono Cremona (71.223), Crema (34.210) e Casalmaggiore (15.022), mentre quelli con meno abitanti sono Castelvisconti (299), Derovere (300) e Voltido (338).

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti