Solidarietà
Commenta

Sabato 29 gennaio arance
della salute con Airc

Saranno distribuite reticelle da 2,5 kg di arance rosse coltivate in Italia a fronte di una donazione minima di 10 euro, vasetti da 240 gr marmellata d’arancia a partire da 6 euro e miele millefiori in vasetto da 500 gr per 7 euro.

Le Arance della Salute tornano sabato 29 gennaio nelle piazze italiane per sensibilizzare i cittadini sull’importanza della prevenzione attraverso la sana alimentazione e le corrette abitudini di vita. Una iniziativa che, grazie a un attivo gruppo di volontarie, vi dà appuntamento anche in provincia di Cremona.

Saranno distribuite reticelle da 2,5 kg di arance rosse coltivate in Italia a fronte di una donazione minima di 10 euro, vasetti da 240 gr marmellata d’arancia a partire da 6 euro e miele millefiori in vasetto da 500 gr per 7 euro. Con i prodotti saranno distribuite anche le guida con le ricette a base d’arancia e un approfondimento sulla dieta vegetariana.

L’obiettivo è quello di diffondere un messaggio legato a quanto il cibo che consumiamo vada a influire sulla nostra salute diventandone anche prezioso alleato riducendo fattori di rischio come la sedentarietà e l’obesità. Una dieta ricca di cereali integrali, verdure, frutta e legumi contribuisce a ridurre il rischio di sviluppare diversi tipi di cancro. Simbolo di sana alimentazione, le arance rosse contengono gli antociani, pigmenti naturali dagli eccezionali poteri antiossidanti, e circa il quaranta per cento in più di vitamina C rispetto agli altri agrumi.

Le arance della salute di Airc vi aspettano sabato a:

CAMISANO – Piazza Maggiore
CASALE CREMASCO-VIDOLASCO – Via Roma davanti al Comune
A CREMONA – Galleria XXV Aprile e in CREMONA – Corso Campi
GADESCO PIEVE DELMONA all’interno del Centro Commerciale Cremona 2
RIVOLTA D’ADDA – Piazza Vittorio Emanuele II
SONCINO – Piazza Garibaldi (Piazza del Comune)
SPINADESCO – Piazza del Mercato
TORRE DE’ PICENARDI – Piazza Roma
E domenica mattina sempre a CREMONA sul Piazzale della Chiesa di S. Luca.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti