Cronaca
Commenta

Addio a Giuseppe Ballarini, presidente
della storica azienda di pentole

Ballarini lascia la moglie Maria Grazia e i figli Alessandro e Luca, che hanno seguito con grande speranza gli illusori miglioramenti della salute del padre, ricoverato alla clinica Humanitas di Rozzano. La morte è sopraggiunto attorno alle ore 19 di lunedì. GUARDA IL SERVIZIO TG DI CREMONA 1

Avrebbe compiuto 75 anni il prossimo 23 febbraio Giuseppe Ballarini, ma una malattia rara, autoimmune e fulminante, in soli otto giorni, se l’è portato via. Si è spento così il presidente dell’omonima azienda di Rivarolo Mantovano, un colosso a livello nazionale e internazionale nella produzione di pentole e accessori per la cucina.

Un’azienda a condizione famigliare, nonostante il grande successo sul mercato e il passaggio, nel 2015, alla multinazionale tedesca Zwilling: Giuseppe faceva parte della quarta generazione dei Ballarini e a lui si deve il rafforzamento della filiale tedesca. Il classe 1947 lascia la moglie Maria Grazia e i figli Alessandro e Luca, che hanno seguito con grande speranza gli illusori miglioramenti della salute del padre, ricoverato alla clinica Humanitas di Rozzano. La morte è sopraggiunto attorno alle ore 19 di lunedì.

Giuseppe guidava l’azienda fondata da Paolo Ballarini oltre cento anni fa, una istituzione per Rivarolo Mantovano e per l’intero territorio del comprensorio Oglio Po. Giuseppe si era formato frequentando dapprima il liceo scientifico a Parma, poi iscrivendosi alla facoltà di Economia e Commercio. Dopo il percorso di studi, si era subito dedicato all’azienda di famiglia. I funerali saranno celebrati a Rivarolo Mantovano alle ore 15 di giovedì.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti