Cultura
Commenta

Increscendo non molla, anzi rilancia
Nel ricordo di Aronne Bettoni

Sette anni di vita di un magazine interamente realizzato dai ragazzi della secondaria di Bozzolo, anche grazie ai contributi giunti appunto da tutti i plessi dell’Istituto Comprensivo. GUARDA IL SERVIZIO TG DI CREMONA 1

Un nuovo numero della rivista on line Increscendo, progetto che costituisce da anni un fiore all’occhiello dell’Istituto Comprensivo Gonzaga di Bozzolo, capace di unire le realtà – oltre che del comune di Bozzolo – anche di San Martino dall’Argine e di Rivarolo Mantovano. Sette anni di vita di un magazine interamente realizzato dai ragazzi della secondaria di Bozzolo, anche grazie ai contributi giunti appunto da tutti i plessi dell’Istituto Comprensivo. Un numero dedicato ad Aronne Bettoni, il giovane scout scomparso in un tragico incidente a Fai della Paganella nel novembre 2021 e che aveva formato, nei vari Grest e nei vari pomeriggio in oratorio, molti di questi ragazzi.

Uno sforzo che in questi difficili mesi di pandemia ha imposto ai giovani redattori una collaborazione esclusivamente digitale, ma che non per questo ha impedito un confronto stimolante e proficuo rispetto alla realtà locale e globale, in un clima di costante interazione e scambio, come hanno spiegato sia Elide Bergamaschi, che per prima ha creduto in questo progetto e che ha ringraziato l’appoggio proficuo dell’insegnante Federica Magosso di Rivarolo Mantovano, sia la dirigente scolastica Elena Rizzardelli.

La cooperazione, la compartecipazione, lo spirito di squadra sono – come è stato spiegato – il valore aggiunto di un progetto che da sempre occupa un ruolo cardine nella Progettazione dell’Offerta Formativa dell’Istituto, teso a sviluppare le competenze linguistico-comunicative anche attraverso l’utilizzo responsabile e creativo delle tecnologie.

In questi sette anni, a passarsi il testimone nella veste di direttori, sono stati alcuni alunni della secondaria: Gaia Luani, Davide Bettoni, Martina Bettoni, Vittoria Baboni. Alcuni di loro erano presenti all’illustrazione del nuovo numero, confermando che il legame non si dissolve nel tempo, così come assessori e sindaci dei comuni coinvolti. Ora la fabbrica di idee va avanti: ogni settimana i giovani studenti, su base volontaria, hanno dedicato un pomeriggio ad incontri di redazione per dar vita alle quasi 100 pagine di questo numero, sotto la responsabilità quest’anno del direttore Ecaterina Gidioi. Attualità, interviste, riflessioni personali: un florilegio di tematiche per un magazine fresco e sempre al passo coi tempi.

QUI IL LINK AL MAGAZINE

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti