Salute
Commenta

Novavax già dal 28 febbraio,
ma solo come prima dose

Inizia già da lunedì 28 febbraio, al centro vaccinale della Fiera, la somministrazione del nuovo vaccino Nuvaxovid (Novavax) consegnato domenica mattina all’Asst di Cremona e all'Asst di Mantova.

Inizia già da lunedì 28 febbraio, al centro vaccinale della Fiera, la somministrazione del nuovo vaccino Nuvaxovid (Novavax) consegnato domenica mattina all’Asst di Cremona e all’Asst di Mantova. Questi i dettagli comunicati dall’Ats Val Padana:
• Centro Vaccinale Fiera Cremona, P.zza Zelioli Lanzini 1, dal 28 febbraio al 3 marzo;
• Centro Vaccinale Sapiens, Via Adelio Stefanoni 1, Castelverde (Fraz. Costa S. Abramo), dal 7 marzo in poi;
• Centro Vaccinale Grana Padano Arena, Via Melchiorre Gioia 3, Mantova.

Potranno accedere senza prenotazione, in una linea dedicata, tutti coloro che hanno compiuto i 18 anni d’età, alla loro prima dose di vaccino. Infatti, il nuovo vaccino Novavax viene somministrato al momento solo per il primo ciclo (2 dosi a distanza di almeno 21 giorni l’una dall’altra) e non come dose booster (terza dose) a chi ha già eseguito un ciclo primario con altri vaccini anti Covid-19.

“L’efficacia del vaccino Novavax nel prevenire il Covid-19 – precisa Ats – è pari al 90% a partire da sette giorni dopo la seconda dose. Va precisato che non è prevista l’intercambiabilità con altri vaccini anti Covid-19 per il completamento del primo ciclo; pertanto, i soggetti che hanno ricevuto una prima dose di Novavax devono ricevere la seconda dose con lo stesso vaccino per completare il ciclo.

L’ATS della Val Padana, nel sottolineare l’indiscutibile efficacia della vaccinazione anti Covid-19 ed il suo ruolo fondamentale nel contrasto alla pandemia, rinnova l’invito ad aderire alla campagna vaccinale, con l’auspicio che la disponibilità di questo nuovo vaccino possa contribuire a convincere almeno una parte di coloro che sinora non l’hanno fatto”.

Secondo le indicazioni dell’Aifa, recepite nella circolare del 22 febbraio del Ministero della salute (scaricala QUI), il vaccino è destinato a soggetti di età pari o superiore a 18 anni; viene somministrato per via intramuscolare come ciclo di 2 dosi da 0,5 mL ciascuna; la seconda dose va presa a 3 settimane di distanza.

Per quanto riguarda i bambini, “la sicurezza e l’efficacia di Nuvaxovid nei bambini e negli adolescenti di età inferiore a 18 anni non sono state ancora stabilite. Non ci sono dati disponibili”, mentre per la popolazione anziana “non è richiesto alcun aggiustamento della dose nei soggetti anziani di età pari o superiore a 65 anni”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti