Cronaca
Commenta

Confindustria, premi merito studenti:
c'è il rivarolese Andrea Rossetti

Andrea che, iscritto alla Facoltà di Medicina e Chirurgia, ha già superato brillantemente tutti gli esami previsti del primo semestre (anche i temutissimi Anatomia e Istologia), ha sottolineato che la disciplina coltivata praticando il suo sport a livello agonistico, canottaggio dapprima in forza all’Eridanea di Casalmaggiore, poi sotto l’egida della Canottieri Bissolati di Cremona, gli ha consentito di rafforzare la resilienza

Gli studenti premiati a Mantova, Andrea Rossetti è il terzo da sinistra

Sabato 5 marzo alle ore 10:00 presso la sede di Confindustria a Mantova si è svolta la cerimonia di Premiazione al Merito dei 38 studenti che in tutta la provincia di Mantova hanno conseguito la votazione di 100 e lode all’esame di maturità. Andrea Rossetti, già premiato come migliore studente del prestigioso Liceo Scientifico Falcone di Asola, ha mantenuto negli anni la stessa costanza e caparbietà, tanto da coronare il suo percorso scolastico con il massimo dei voti e la lode.

Presenti, oltre al presidente di Confindustria Mantova, Edgardo Bianchi, al presidente del Gruppo Giovani Industriali, dott. Vittorio Marenghi e la direttrice della Fondazione Banca Agricola Mantovana, Fiorenza Bacciocchini, anche Christian Creati, Ceo e Co-founder della start-up Acquainbrick e il vescovo di Mantova, Monsignor Brusca, ad attestare a questi studenti eccellenti un riconoscimento per il loro valore.

Dopo la presentazione dell’evento, in cui sono stati consegnati i vari gadget ed illustrati i premi consistenti in esperienze professionalizzanti presso le eccellenze imprenditoriali del territorio e Corsi di Personal Empowerment per valorizzare il proprio potenziale, a ciascun ragazzo è stato richiesto di tenere un breve discorso per spiegare la propria scelta universitaria e parlare del percorso di vita maturato.  Andrea che, iscritto alla Facoltà di Medicina e Chirurgia, ha già superato brillantemente tutti gli esami previsti del primo semestre (anche i temutissimi Anatomia e Istologia), ha sottolineato che la disciplina coltivata praticando il suo sport a livello agonistico, canottaggio dapprima in forza all’Eridanea di Casalmaggiore, poi sotto l’egida della Canottieri Bissolati di Cremona, gli ha consentito di rafforzare la resilienza fondamentale anche nello studio e per un percorso universitario così impegnativo come quello scelto. Davanti ad una sala gremita di persone, Andrea ha ripreso la frase del dott. Creati: “Scalate la vetta per acquisire un punto di vista diverso sul mondo, non per farvi vedere dal mondo”, riconoscendo che l’obiettivo deve essere quello di migliorarsi sempre e di mettersi in discussione per cogliere opportunità inaspettate.

L’intera comunità rivarolese in primis e mantovana è orgogliosa di Andrea, giovane talento e a lui e agli altri suoi compagni di avventura, augura un futuro ricco di successi e soddisfazioni.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti