Cultura
Commenta

San Giovanni, con Acanfora e
Simone Riflesso il dialogo sulla diversità

Scopo del progetto è quello di coinvolgere i ragazzi in momenti di confronto per entrare in contatto con tematiche quotidiane di cui non si parla mai abbastanza, rendendo partecipe tutta la cittadinanza e facilitando l’ascolto e dialogo intergenerazionale.

Il primissimo modo di favorire un contesto libero da stereotipi e pregiudizi e prevenire la discriminazione è prestare attenzione alla sensibilità dell’altro attraverso un uso consapevole del linguaggio. Chi è diverso? Diverso da chi? Cosa è normale? E cosa vuol dire? Se infatti è vero che le parole che usiamo dicono molto di chi siamo e plasmano la realtà nella quale viviamo, oltre che il nostro pensiero, che conseguenze ha pronunciarne certe senza dar loro il giusto peso? Riconoscendo il valore e la necessità di dare risalto a un confronto su tematiche sociali spesso poco trattate da parte di realtà istituzionali, il comune di San Giovanni in Croce si è adoperato per organizzare un primo e fondamentale momento di dibattito sull’argomento.

Lunedì 21 marzo 2022 alle ore 18.30 avrà luogo al teatro comunale “Cecilia Gallerani” la presentazione del libro In altre parole. Dizionario minimo di diversità di Fabrizio Acanfora (Effequ, 2021), un glossario di 30 termini che normalmente utilizziamo – o si dovrebbero utilizzare – all’interno dei nostri discorsi quotidiani quando si parla di diversità. Ogni voce trattata nel libro è arricchita da esperienze personali dell’autore per far capire a fondo l’impatto che alcuni termini – usati impropriamente o con connotazioni negative – hanno sulla vita delle persone. A dialogare con Fabrizio Acanfora sarà Simone Bernardi Pirini, attivista sangiovannese per i diritti per le persone con disabilità e della comunità lgbtq+, che si è fatto conoscere sui social network con lo pseudonimo di Simone Riflesso (@simoneriflesso), dove scrive e fa sensibilizzazione su questi temi, e dal quale nasce questa iniziativa.

“Il messaggio del libro”, spiega Simone, “è che la diversità riguarda chiunque, poiché ognuno di noi ha caratteristiche fisiche, condizioni di salute, orientamenti affettivi, identità e provenienze che ci distinguono dagli altri. In quest’ottica si vuole offrire un’idea di diversità intesa come condizione che caratterizza ogni essere umano e che va rispettata in ogni sua manifestazione. Affrontare questi temi coinvolgendo le persone giovani consente di costruire una consapevolezza nuova del concetto di diversità, che vada a contrastare la retorica spesso riduttiva e discriminatoria che si ha nei confronti di chi viene percepito come diverso.

L’evento si svolgerà in forma ibrida, con possibilità di partecipare sia in presenza, se in possesso del green pass rafforzato e di mascherina FFP2, che da remoto (il link per il collegamento verrà segnalato sulla pagina Facebook della Biblioteca di San Giovanni in Croce).

La presentazione sarà inoltre un’occasione per proporre un esperimento di cittadinanza attiva rivolto ai giovani della fascia d’età delle scuole superiori di San Giovanni in Croce e del circondario, ai quali si propone dei momenti di riflessione…per i genitori.

Scopo del progetto è quello di coinvolgere i ragazzi in momenti di confronto per entrare in contatto con tematiche quotidiane di cui non si parla mai abbastanza, rendendo partecipe tutta la cittadinanza e facilitando l’ascolto e dialogo intergenerazionale.

“L‘Amministrazione comunale di San Giovanni in Croce desidera essere costantemente attenta ai comportamenti che favoriscono l’inclusione”, chiarisce il consigliere comunale Giovanni Zardi, “perché è proprio nell’idea stessa di comunità che il governo del paese deve trarre energie e azioni per favorire la partecipazione attiva e responsabile di ogni persona che sente di condividere e valorizzare il contesto sociale nel quale esprimersi. L’impegno nell’offerta di Servizi alla persona e alle diverse categorie sociali, l’ascolto ai bisogni emergenti, la valorizzazione del bene comune, rendono il nostro paese una comunità viva e vitale che può riflettere e confrontarsi sull’essere accogliente, inclusiva, attrattiva verso tutti e per tutti; a maggior ragione in un periodo di crisi come quello che stiamo vivendo a livello mondiale.”

La direzione intrapresa e la proposta delle tematiche da affrontare è in linea con gli obiettivi dell’agenda ONU per la sostenibilità 2030, oltre che un’apertura agli stimoli lanciati dalle giornate internazionali lungo il corso dell’anno.

Per informazioni sull’evento e prenotazioni è possibile rivolgersi alla Biblioteca comunale di San Giovanni in Croce: tel. 0375 310279 – email: biblioteca@comune.sangiovanniincroce.cr.it.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti