Politica
I commenti sono chiusiCommenta

Cavatorta e il DUP di Viadana:
"Ecco quello che vogliamo fare"

“Ad oggi la riorganizzazione degli uffici ha comportato un miglioramento dei servizi offerti alla cittadinanza. Un percorso iniziato già dallo scorso mandato e che prosegue in un’ottica di continua evoluzione. Cito questo aspetto poiché è fondamentale per quanto riguarda la discussione di un documento di programmazione”.

“Ad oggi la riorganizzazione degli uffici ha comportato un miglioramento dei servizi offerti alla cittadinanza. Un percorso iniziato già dallo scorso mandato e che prosegue in un’ottica di continua evoluzione. Cito questo aspetto poiché è fondamentale per quanto riguarda la discussione di un documento di programmazione”: a dirlo è stato il sindaco di Viadana Nicola Cavatorta nella sua analisi davanti a giunta e consiglio.

“Per quanto riguarda l’aspetto relativo al sociale – ha detto il sindaco – in meno di un anno e mezzo abbiamo incrementato il personale del servizio sociale di base, sono partiti nuovi progetti sul territorio e permane un’ottima collaborazione e condivisione delle politiche sociali con l’azienda speciale consortile che presto si trasferirà in una nuova sede ammodernata grazie ad importanti investimenti messi in campo dal comune di Viadana”.

“L’ufficio relazioni col pubblico grazie ad una riorganizzazione e all’ingresso delle nuove figure, ha permesso di ritornare ad una piena efficienza che per forza di cause maggiori era stata minata dai vincoli e normative imposte dal covid, è stato riattivato il servizio di portineria e le aperture del sabato mattina. Gli uffici tecnico, settore cultura, istruzione e sociale unitamente alla ragioneria e al settore tributi e attività produttive, hanno visto una riorganizzazione a partire dai ruoli apicali e viene garantito il gran lavoro delle nuove posizioni organizzative grazie alla loro disponibilità e dedizione quotidiana, vi è un continuo miglioramento del servizio con le parti interessate”.

“Nel 2021 sono state circa una quindicina – ha detto Cavatorta – le figure professionali che sono entrate in servizio grazie prevalentemente a concorso. Per quanto riguarda la programmazione del fabbisogno 2022/2024, che verrà predisposto in coerenza con lo schema di Bilancio 2022/2024 e già approvato in giunta nel mese di marzo sono previste:
nel corso di quest’anno, implementare la dotazione del settore tecnico con l’inserimento di cinque nuove figure, ovvero tre tecnici e due operai specializzati. Sono previsti anche alcuni spostamenti interni, al fine di ottimizzare le risorse e riorganizzare alcuni uffici: settore finanziario, SUAP, lavori pubblici e settore servizi alla persona sono i servizi prioritariamente interessati dalle azioni assunzionali. Il Piano prevede inoltre la possibilità di sostituire le cessazioni che per qualsiasi motivo si dovessero verificare in corso d’anno con altrettanti nuovi inserimenti”.

Discorso a parte per ciò che riguarda l’asilo nido comunale. “Viene prevista la possibilità di inserire due ulteriori figure, ma l’effettiva assunzione sarà subordinata ad alcune valutazioni in relazione alla gestione e alla eventuale riorganizzazione complessiva del servizio, in riferimento alle analisi dell’andamento delle iscrizioni le quali hanno subito un dimezzamento nell’ultimo biennio, caratterizzato dalla pandemia da Covid-19 e dal conseguente adeguamento degli spazi legato alla normativa emergenziale. Da mesi l’amministrazione comunale è al lavoro per cogliere il maggior numero di opportunità possibile per lo sviluppo infrastrutturale e sociale del nostro territorio”.

“Sono stati investiti – ha sottolineato il sindaco – diverse decine di migliaia di euro per produrre livelli di progettazione appropriate, oltre naturalmente alle progettazioni interne derivanti dai nostri tecnici che ringrazio, alle opportunità descritte sia dal PNRR che dai fondi complementari messi a disposizione con il disegno di legge di bilancio 2022 e tutte le norme semplificative approvate dal governo.
In particolare l’azione si è concentrata e si concentrerà su:
1. Riqualificazione sismica ed energetica di tutti gli edifici scolastici, antincendio nei plessi scolastici (oltre 600.000 Euro, i lavori dovrebbero partire in estate)
2. Messa in sicurezza sismica ed energetica del patrimonio pubblico (ottenimento dei finanziamenti dal Gal terre del Po per ammodernamento cucine delle scuole per 55.000 euro su 75.000 euro totali di progetto d’intervento e riqualificazione energetica dell’impianto di riscaldamento della casa albergo la Meridiana per 48.600 euro su 67.000 euro di progetto d’intervento totale. Candidato un progetto di 1.200.000 euro per il cinema teatro Vittoria in attesa di esito.)
3. Riqualificazione alloggi ERP (aggiudicazione dei fondi messi a disposizione dal bando di regione Lombardia per 2.770.000 euro)
4. Interventi di rigenerazione urbana (aggiudicazione dei fondi ottenuti grazie al bando di regione Lombardia pari a circa 400.000 euro oltre a 100.000 di risorse proprie per parco arena) all’interno di questo contesto fin dai primi mesi dal nostro insediamento ci siamo mossi per far ripartire il distretto del commercio afferente all’OglioPo mantovano. Abbiamo ricevuto nel mese di febbraio notizia ufficiale da Regione Lombardia di essere stati riconosciuti e prosegue quindi l’iter finalizzato alla cooperazione tra soggetti pubblici e soggetti privati (imprese, associazioni di categoria, istituti di credito, terzo settore, etc.) per la realizzazione di progettualità che richiamino utenti sul territorio e favoriscano il consolidamento delle attività esistenti e la nascita di nuove.
5. Valorizzazione del patrimonio storico artistico locale (ottenimento del finanziamento ministeriale nell’ambito del bando cultura pari a circa 400.000 euro oltre a 100.000 di risorse proprie riqualificazione tetto del MuVi. I circa 200.000 per la rimozione dell’eternit nei tetti di palazzo del Pidocchio e cimitero del capoluogo.) Sono ripartire le attività rimaste ferme negli anni passati presso il MuVi ed è prevista la riapertura della galleria d’arte moderna chiusa in questi mesi in quanto ospitava l’hub vaccinale.
6. Implementazione dell’impiantistica sportiva (realizzazione dell’area per lo skyfitness palestra all’aperto presso il parco Baden Powell progetto di 62.000 di cui finanziati grazie a bando per 32.000 euro) organizzazione per la fruizione da parte delle associazioni sportive del palazzetto dello sport ed è al vaglio la possibilità di studiare un piano di analisi concreta sullo stato di salute delle strutture sportive del nostro comune unitamente ad una seria analisi delle esigenze in ambito sportivo delle nostre società che sono state quantificate in circa una trentina. I prossimi passaggi in ambito di impiantistica sportiva sono quelli relativi alle piscine comunali e campi da tennis annessi”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti

I commenti sono chiusi.