Cronaca
Commenta

I numeri della violenza di genere
La polizia al fianco delle donne

La percentuale di vittime di sesso femminile è tuttavia sempre molto alta, e problema continua ad avere proporzioni preoccupanti. Molto c’è ancora da fare per garantire realmente pari opportunità alle donne all’interno della società e ad estirpare un fenomeno che ha ancora una profonda radice sociale e culturale.

In occasione dell’8 marzo, la Questura di Cremona, come da tradizione, ha allestito in piazza Stradivari un punto di ascolto e informativo mobile dedicato alla cittadinanza, in modo particolare alle donne, per diffondere l’importanza di una cultura fondata sulla parità di genere. Seguendo il percorso tracciato all’interno della campagna di prevenzione “Questo non è amore”, il personale ha distribuito i dépliants della campagna realizzati dal Servizio Centrale Anticrimine. Lo stand è stato visitato nel pomeriggio dal questore Michele Sinigaglia. Con il questore erano presenti il vice questore vicario Corrado Mattana, il dirigente Giovanni Meuli, capo della Divisione Anticrimine, e il funzionario Claudia Vismara.

Molto si sta facendo per tutelare le donne vittime di violenza. Le misure messe in atto dalla polizia contro gli abusi e i maltrattamenti tra le mura di casa lo dimostrano: Nel 2021 la Divisione Anticrimine ha emesso 13 ammonimenti del questore; già 3 in questi primi mesi del 2022. Come Squadra Mobile, invece, nel 2021 sono stati emessi 9 divieti di avvicinamento, 2 allontanamenti dalla casa familiare, 6 arresti, uno ai domiciliari e 3 obblighi di dimora.

La percentuale di vittime di sesso femminile è tuttavia sempre molto alta, e problema continua ad avere proporzioni preoccupanti. Molto c’è ancora da fare per garantire realmente pari opportunità alle donne all’interno della società e ad estirpare un fenomeno che ha ancora una profonda radice sociale e culturale.

Sara Pizzorni

© Riproduzione riservata
Commenti