Cronaca
I commenti sono chiusiCommenta

Bozzolo senza pace, spaccano
vetro dell'auto e rubano borsetta

La notizia ha fatto in pochi istanti il giro del paese  scatenando un sacco di commenti sul medesimo sito di comunicazione digitale: dalla semplice e mai abbastanza ascoltata raccomandazione di non lasciare mai nessun tipo di oggetto sulle auto in sosta

Sono bastati  meno di cinque minuti ad un malvivente per spaccare il finestrino di un auto infilandovi la mano per prendere dal sedile la borsetta con soldi e documenti. E’ successo mercoledi pomeriggio verso le 16 bozzolo davanti all’asilo nido dove una signora S.D. aveva parcheggiato la sua Bmw. E’ la stessa vittima del furto che, servendosi dei social network racconta la  poco invidiabile disavventura, anche per mettere in guardia altre persone affinchè prestino attenzione per non cadere a loro volta vittime di simili episodi. “Il tempo di recarmi nel cortile dell’asilo nido per prendere la piccolina – racconta la donna – e il tempo  per percorrere il viale al ritorno verso la macchina parcheggiata  proprio di fronte al cancello d’ingresso e mi sono ritrovata con il vetro rotto e la borsa rubata con dentro il portafoglio  e tutti i documenti,Quindi questione di 5/10 minuti  ed è successo tutto.Sono venute le Forze dell’Ordine  che hanno iniziato le indagini.Tra l’altro i furbetti hanno tentato di prelevare mille euro dalla carta  già alle 16,07  senza successo ( perchè evidentemente la signora aveva già provveduto  a bloccare la carta medesima). Chiedo gentilmente, se qualcuno trovasse dei documenti sparsi in giro di portarli dai Carabinieri”. La notizia ha fatto in pochi istanti il giro del paese  scatenando un sacco di commenti sul medesimo sito di comunicazione digitale: dalla semplice e mai abbastanza ascoltata raccomandazione di non lasciare mai nessun tipo di oggetto sulle auto in sosta a chi ha condiviso l’esperienza confessando di aver subito identica sorte davanti al cimitero tempo fa sino a chi,infine, ha ricordato nostalgicamente i tempi in cui si lasciavano aperti porte e portoni di casa senza che succedesse mai nulla.

Ros Pis

© Riproduzione riservata
Commenti

I commenti sono chiusi.