Ambiente
Commenta

Il Chiese che esiste e resiste
1° maggio per tutti alle Bine

L’oasi Le Bine è raggiungibile a piedi, tramite una comoda passeggiata nel verde, lasciando l’auto a poco più di 1 km di distanza presso il ponte tra Acquanegra e Calvatone, dove c’è un ampio parcheggio; ma, per i più ecologisti, si potrà partire insieme in bicicletta o in mountain-bike alle ore 9:00 da Asola

Domenica 1 maggio dalle ore 10 alle ore 18, presso l’oasi WWF Le Bine di Acquanegra-Calvatone, avrà luogo la prima giornata di festa Il Chiese esiste e resiste, per la valorizzazione del fiume, in ogni suo tratto dalla sorgente alla foce, e la sensibilizzazione sul suo futuro, minacciato dal progetto prepotente, insensato e costosissimo che prevede lo sversamento nel fiume dello scarico della depurazione dei reflui fognari provenienti da tutta la sponda occidentale del lago di Garda. Nulla hanno a che fare, quei reflui, con il bacino idrografico del Chiese e del suo lago d’Idro.

L’iniziativa del primo maggio 2022, infatti, è anche, e soprattutto, finalizzata al finanziamento della causa legale che la Federazione del tavolo delle associazioni che amano il fiume Chiese ed il suo lago d’Idro ha intrapreso contro la decisione del Prefetto di Brescia, nominato “Commissario alla depurazione del Garda”, di realizzare a Gavardo e Montichiari, ovvero sul fiume Chiese, due mega depuratori ma afferenti ai Comuni della sponda bresciana del lago di Garda.

La giornata è promossa dalla Federazione delle associazioni che amano il fiume Chiese ed il suo lago d’Idro, ha come partner l’Istituto Comprensivo Completo di Asola, a sottolineare quanto si ritenga prezioso il coinvolgimento e la sensibilizzazione dei giovani nei confronti dell’ambiente.

COME SI SVOLGERA’ LA GIORNATA – Alle ore 10:00 un importante momento informativo a cura di Gianluca Bordiga, Presidente della Federazione, e l’inaugurazione della bancarella con i manufatti in creta degli alunni della scuola; alle 11:30 il cantautore Luca Rassu proporrà le sue canzoni che descrivono la complessa situazione del progetto dei due mega depuratori, con pungente ironia, mentre già sarà fruibile il materiale audio e video riguardante il fiume, curato da alunni di alcune classi dell’Istituto Comprensivo di Asola, da sensibili ambientalisti e da archeologi. Sia la mattina che il pomeriggio, in luoghi più appartati nel verde, si potranno seguire laboratori di scrittura creativa, di letture ad alta voce, di acquarello… ci sarà spazio per la consultazione di libri fotografici sul fiume, per godere esposizioni di manufatti realizzati con materiali naturali e prodotti artistici. Alle ore 15:00 l’esibizione di un gruppo di danze popolari, ma non mancheranno i canti dei lavoratori fluviali e quelli che caratterizzano la tradizione.

Sarà possibile accedere al punto di ristoro, pensato con caratteristiche sostenibili (si invitano infatti i partecipanti a portare le proprie stoviglie) e improntato a ricette che prevedono la polenta variamente arricchita, alimento che, con caratteristiche diverse, accomuna le tradizioni gastronomiche di tutta l’asta del fiume Chiese, dal Trentino al Mantovano; poi, la frittata con i luertis, le croste di grana alla brace e le torte fatte in casa sostituiranno la carne per stimolare una riflessione sul problema degli allevamenti intensivi, che spesso impattano pesantemente sui territori.

La giornata si chiuderà alle 18:00, con l’assegnazione di due meravigliose coperte fatte a mano, l’una dai ragazzi della scuola, l’altra donata da una gentile signora, che sono state proposte in un’asta online nei giorni precedenti, tramite la pagina Facebook dei Volontari Foce Chiese. A breve daremo ogni dettaglio. Ci sarà anche il lancio di una ricca lotteria, tesa, come ogni altra proposta della giornata, alla sensibilizzazione ma anche all’autofinanziamento della Federazione. Così si concluderà questo speciale Primo Maggio.

L’oasi Le Bine è raggiungibile a piedi, tramite una comoda passeggiata nel verde, lasciando l’auto a poco più di 1 km di distanza presso il ponte tra Acquanegra e Calvatone, dove c’è un ampio parcheggio; ma, per i più ecologisti, si potrà partire insieme in bicicletta o in mountain-bike alle ore 9:00 da Asola, dalla Casa del Chiese presso i giardini pubblici, sito in Via Circonvallazione sud, e raggiungere così l’oasi Le Bine in circa 40 minuti.

Non serve la prenotazione. Arrivati in cascina a Le Bine, incontrerete un grande cartello con scritto dettagliatamente tutto il programma. Nel Salone, dalle ore 11:00 in avanti, dopo il momento informativo che inizia alle ore 10:00, si potranno godere continue proiezioni di video sul Chiese, dalle scuole, a Arianna Favalli, al Cammino al passo del Chiese. Cucina aperta dalle ore 12:00.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti