Economia
Commenta

Si è chiuso Cibus: la soddisfazione
degli espositori cremonesi

Da Auricchio a Fattorie Cremona, passando per Latteria Soresina e per il Consorzio Casalasco del Pomodoro. Bilancio più che positivo per i 15 espositori cremonesi (su un totale di 3000) che venerdì hanno chiuso Cibus, la rassegna dell’agroalimentare italiano in mostra ai padiglioni fieristici di Parma. GUARDA IL SERVIZIO TG DI CREMONA 1

Da Auricchio a Fattorie Cremona, passando per Latteria Soresina e per il Consorzio Casalasco del Pomodoro. Bilancio più che positivo per i 15 espositori cremonesi (su un totale di 3000) che venerdì hanno chiuso Cibus, la rassegna dell’agroalimentare italiano in mostra ai padiglioni fieristici di Parma.

Mille nuovi prodotti presentati in 4 giorni di fiera, in una carica di profumi, sapori, persino colori: dai risotti alle pinse, polpette, focacce, formaggi e birre. Grazie al progressivo allentamento delle restrizioni, Cibus riscopre i buyer in arrivo da fuori Europa. Le interviste ad alcuni espositori cremonesi raccolte nella mattinata di venerdì da Giovanni Rossi.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti