Cucina e Gastronomia
I commenti sono chiusiCommenta

Gruppo Martelli, omaggio
al Franciacorta (e viceversa)

Il finale è tutto da sperimentare grazie all’unione tra Prosciutto di Parma Dop Martelli e lo stesso Franciacorta Quvée Riserva 92, grazie al quale il “Re dei prosciutti” incontra la morbidezza e l’aromaticità di una bottiglia che ha conosciuto oltre 60 mesi di affinamento, prima di regalare tutta la sua unicità.

Il Gruppo Martelli, storica realtà specializzata nell’arte della lavorazione della carne suina, si è presentato a Cibus 2022 con una novità del tutto speciale: la partnership con l’azienda Quadra, in Franciacorta.

Durante la fiera tutti i clienti e i visitatori professionali hanno potuto degustare le migliori proposte Martelli abbinate a grandi annate di vini Quadra. Nello specifico, in un crescendo di aromi, sapori e sensazioni, il percorso suggerito è stato quello di iniziare con alcune fette di “Qui Ti Voglio” – il cotto Martelli top di gamma, realizzato con carne di suini 100% italiani allevati fin dalla nascita senza antibiotici – abbinate al Franciacorta QSatèn. Il Prosciutto Cotto “Qui Ti Voglio”, grazie alla lunga cottura in forno a vapore e all’aggiunta di pochissimi aromi selezionati, si rivela un vero capolavoro della salumeria. Un sorso di Franciacorta QSatén fa il resto: l’uso di sole uve a bacca bianca rende infatti questo vino aristocratico e seducente, lasciando la bocca liscia e cremosa.

Ecco poi un altro incontro d’autore, tra Prosciutto di San Daniele Dop e il Franciacorta QBlack: il microclima del paese di San Daniele del Friuli rende questo salume unico, esaltandone dopo un lungo riposo i caratteri aromatici. Il Franciacorta QBlack prosegue l’armonia sensoriale che si genera immediatamente all’assaggio, grazie a un sapiente connubio tra uve Chardonnay, Pinot Bianco e Pinot Nero, tutte provenienti da vigneti di proprietà.

Il finale è tutto da sperimentare grazie all’unione tra Prosciutto di Parma Dop Martelli e lo stesso Franciacorta Quvée Riserva 92, grazie al quale il “Re dei prosciutti” incontra la morbidezza e l’aromaticità di una bottiglia che ha conosciuto oltre 60 mesi di affinamento, prima di regalare tutta la sua unicità.

“Se lo scorso anno è stato il momento della ripresa – spiega Nicola Martelli, quarta generazione alla guida del Gruppo – il 2022 è l’anno il cui vogliamo consolidare la nostra presenza sui mercati internazionali, dove siamo presenti in oltre 40 Paesi del mondo. La scelta di presentarci a Cibus 2022 in abbinamento a una grande casa Franciacortina non è stata causale: il consumatore che cerca una qualità premium nel piatto, la pretende giustamente anche nel bicchiere. Quadra Franciacorta è il partner giusto con cui valorizzare le nostre migliori proposte di grande salumeria”.

Per assicurare a tutti i visitatori di Cibus 2022 un’esperienza sensoriale ancora più unica e coinvolgente, lo stand Martelli si è presentato inoltre totalmente rinnovato e ancora più ampio rispetto allo scorso anno, con la presenza al suo interno di tutta la rete commerciale, a disposizione per incontri professionali con buyer della grande distribuzione e del circuito Ho.re.ca.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti

I commenti sono chiusi.