Cronaca
Commenta

Bozzolo, San Martino e Rivarolo
oggi al voto per il tempo pieno

I Sindaci dei tre Comuni, anche con riferimento all’imminente partenza delle Suore dell’Istituto San Giuseppe, con la chiusura del servizio pre e post scolastico, si sono rivolti alle Autorità Scolastiche per chiedere la ISTITUZIONE DEL TEMPO PIENO

Oggi, sabato 28 maggio, dalle 9 alle 12 presso la sede dell’Istituto Scolastico Comprensivo di Bozzolo, via Arini, 4 e nella stessa mattinata nelle scuole dell’infanzia di San Martino (ore 8,30-10,00) e nella secondaria di primo grado (medie) di Rivarolo Mantovano (ore 10,30-12,00) si terrà l’IMPORTANTISSIMA INDAGINE CONOSCITIVA PER IL TEMPO PIENO NELLA SCUOLA PRIMARIA.

I Sindaci dei tre Comuni, anche con riferimento all’imminente partenza delle Suore dell’Istituto San Giuseppe, con la chiusura del servizio pre e post scolastico, si sono rivolti alle Autorità Scolastiche per chiedere la ISTITUZIONE DEL TEMPO PIENO.

L’Unione dei Comuni Terre dei Gonzaga (Bozzolo-Rivarolo Mantovano) ha predisposto un bando del valore di 133 mila euro per fornire continuità al servizio fin qui prestato.

Il costo relativo è destinato a gravare sulle famiglie e sui bilanci comunali. È, pertanto, evidente che la introduzione del tempo pieno, di otto ore giornaliere, dalle 8,00 alle 16,00, dal lunedì al venerdì, avrebbe un indubbio effetto di riduzione degli oneri a carico delle Comunità oltre che garantire i genitori impegnati a livello lavorativo.

L’invito a partecipare alla consultazione di domattina è rivolto alle famiglie degli alunni fino ad anni cinque delle scuole dell’infanzia e degli asili nido, residenti nei tre Comuni.

Pertanto un genitore per ogni bambino, munito di carta d’identità, è chiamato ad esprimersi.

“Perché l’indagine abbia effetto – specifica il sindaco di Bozzolo Giuseppe Torchio – dovrà intervenire almeno l’80% dei genitori interessati ed almeno il 70% dei votanti dovrà esprimersi per il tempo pieno. Si invita vivamente alla partecipazione! Grazie e buon voto!”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti