Cronaca
I commenti sono chiusiCommenta

Save The Bobby, 11.670 euro
distribuiti alle Associazioni

L’Associazione Save the Bobby coglie l’occasione di questo comunicato per ringraziare le associazioni che hanno collaborato al raggiungimento di tale scopo lavorando al nostro fianco, alla Pro Loco e al Comune di Boretto per averci dato aiuto e una grande opportunità. GUARDA IL SERVIZIO TG DI CREMONA 1

L’Associazione no-profit SAVE THE BOBBY comunica che nel corso della manifestazione PARTYNMOTO 2022, che si è svolta a Boretto il 14-15 maggio 2022 (14° memoriale Roberto “Bobby” Gozzi – 12° memoriale Gianluigi “Nino” Baroni), ha raccolto la cifra (al netto delle spese) di € 11.677. Come tutti gli anni l’intero ricavato verrà devoluto in donazioni.

  • € 4.100 (ricavato della lotteria di beneficenza autofinanziata da AMURT all’interno della festa), all’associazione AMURT – sezione di Viadana, per un progetto volto a garantire beni di prima necessità (cibo, cure e un letto) ai profughi Ucraini nel centro di prima accoglienza di Catania;
  • € 2.000 (ricavato della gestione della cucina della festa) alla Pro Loco di Boretto per contribuire a progetti a favore di attività legate al territorio ;
  • € 1.250 alle Scuole di Musica aderenti al progetto “Un fiume di Musica: 4 scuole di musica a confronto” così distribuiti: € 500 alla Scuola di Musica di Boretto / Complesso Bandistico Medesani, € 250 alla Scuola di Musica Città di Guastalla, € 250 alla Scuola di Musica AMS – Arte Musica e Spettacolo” di Dosolo, € 250 alla Scuola di Musica Giacomo Moro di Viadana per contributi a progetti delle singole scuole;
  • € 800 alle AVIS territoriali (Boretto, Brescello, Cicognara, Poviglio, Viadana) per un contributo alle spese istituzionali;
  • € 500 al Gruppo Scouts AGESCI di Viadana per un contributo a spese per materiale;
  • € 700 (ricavato vendita torte all’interno della festa) all’organizzazione no profit I Gatti del Paese di Peppone e Don Camillo di Brescello per materiale e spese veterinarie;
  • € 300 alla Protezione Civile di Gualtieri per un contributo alle spese istituzionali;
  • € 100 alla associazione AVULSS Mantovana sezione Oglio Po per contributo spese;
  • € 1.277 alla associazione culturale McLuc Culture di Parma (erogazione liberale per contributo spese);
  • € 650 a a.s.d. Energia Ludica di Stagno Lombardo (erogazione liberale per contributo al progetto “Ludoteca delle Trottole”);

“La festa di quest’anno – spiegano gli organizzatori – è stata una sorta di numero zero, per diversi motivi: siamo ripartiti dopo due anni di stop forzato mettendoci in moto con l’organizzazione in tempo di pandemia (con l’incognita di norme in continua evoluzione), nella nuova location in un territorio vicino ma che abbiamo dovuto conoscere in breve tempo, visti i tempi ristretti. Tutti fattori che hanno influenzato la riuscita della festa. Fossimo stati saggi e razionali, avremmo aspettato ancora qualche mese o avremmo rimandato di un altro anno, ma saggi non lo siamo mai stati, altrimenti non ci saremmo imbarcati in questa impresa, visto che siamo rimasti in pochi e aspettiamo un rinnovamento da parte delle nuove generazioni, anche se su questo aspetto qualche segnale c’è. La raccolta di fondi purtroppo non è andata come speravamo, inutile girarci intorno. Complici soprattutto l’ingente aumento dei costi con certi articoli praticamente raddoppiati rispetto al 2019, qualche difficoltà nel reperimento degli sponsor e le importanti spese imposte dalle normative in materia di sicurezza. Abbiamo cercato di tenere i prezzi di birre, cibo, gadgets, ecc. praticamente invariati o con leggerissimi aumenti per non gravare su chi ci ha scelto per una giornata di svago e divertimento, ma, giocoforza, il margine che ci è rimasto è stato piuttosto risicato rispetto alla mole di gente che è intervenuta alla festa. A questo bisogna aggiungere la scelta di mettere a disposizione l’acqua gratuitamente tramite un distributore a 12 rubinetti fornito da Iren. Una scelta certamente antieconomica (per noi), con il caldo che c’è stato avremmo venduto moltissime bottigliette d’acqua incassando parecchio, ma avremmo prodotto una enorme quantità di plastica da smaltire. Dal 2016 abbiamo scelto di utilizzare piatti, posate e bicchieri in materiale biodegradabile per ridurre quasi a zero l’utilizzo della plastica. Sempre nell’intento di rendere la festa più ecosostenibile, ha riscosso un buon successo, oltre le nostre aspettative, il servizio navetta Viadana-Boretto per ridurre l’utilizzo delle autovetture private. Da parte nostra sicuramente c’è stato qualche errore di valutazione dovuto alla fretta di voler ripartire in tempi compressi e non dover aspettare oltre, su alcune cose avremmo dovuto prendere le misure meglio; tuttavia, essendo una prima volta in un contesto nuovo, sono cose che avevamo messo in preventivo, come alcune critiche o incomprensioni. Detto questo, non possiamo che essere molto soddisfatti della riuscita della festa. Le persone sono state tantissime ed è stato bello rivedere le facce di tre anni fa che per un motivo o per l’altro si erano perse di vista. Il popolo del Save the Bobby ha risposto alla grande e ci è stato vicino, comprendendo i motivi dei cambiamenti e le difficoltà degli ultimi tempi. Questa è stata la soddisfazione più grande. Per i motivi che abbiamo spiegato non siamo riusciti a devolvere fondi a tutti quelli che avremmo voluto accontentare, ma ci riteniamo comunque soddisfatti per la risposta che ci ha dato la gente del territorio, portandoci comunque a continuare nel solco dell’impegno ad aiutare gli altri, intrapreso dalla nostra Associazione dal 2007, portandoci al buon risultato di circa 150.000 € devoluti in 14 edizioni. L’Associazione Save the Bobby coglie l’occasione di questo comunicato per ringraziare le associazioni che hanno collaborato al raggiungimento di tale scopo lavorando al nostro fianco, alla Pro Loco e al Comune di Boretto per averci dato aiuto e una grande opportunità, al Gruppo Mauro Saviola e a Tamagni Costruzioni per il contributo e a tutti quelli che in veste privata ci hanno sostenuto. Un ringraziamento particolare lo dobbiamo anche quest’anno all’AVIS di Viadana per averci concesso gratuitamente la loro sede per le riunioni, oltre ad aver aggregato altre AVIS del territorio reggiano e mantovano per la festa. Ringraziamo di cuore soprattutto i numerosi volontari che hanno contribuito alla riuscita dell’evento, gli organi di informazione locale che hanno dato spazio alla manifestazione, gli artisti che hanno partecipato, i motociclisti che hanno aderito al motoraduno e naturalmente tutta la gente che non è voluta mancare al nostro appuntamento. Ringraziamenti speciali, infine, a Massimo Porcapizza Tortella per lo splendido lavoro fatto con le Scuole di Musica e a Roberto Bubu Medali per essersi messo a disposizione gratuitamente preparando una spettacolare paella la sera di sabato 14 da offrire ai ragazzi della cooperativa l’Incontro di Viadana e del SAP (Servizio Aiuto alla Persona) di Boretto-Brescello-Poviglio, nostri ospiti (insieme al sindaco Matteo Benassi) alla cena privata riservata a loro all’interno della festa“.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti

I commenti sono chiusi.