Cronaca
Commenta

Treni, ritardi anche nel pomeriggio
E oggi sciopero di due ore

Le segreterie sindacali Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti Uil, OR.S.A. Ferrovie, SLM Fast Confsal, UGL Ferrovieri, Faisa Cisal hanno indetto per il 23 giugno uno sciopero di due ore, dalle 10 alle 12, che interesserà capitreno, macchinisti e personale di assistenza Trenord.

Sono continuati anche nel pomeriggio di mercoledì i disagi  sulla linea Milano – Codogno – Cremona, dopo il pessimo avvio di giornata. Evidentemente ci sono problemi a Milano Centrale, visto che sia il  treno 2175 delle 17,15 che il successivo, il 2177 delle 18,20, sono partiti dalle stazioni successive: da Rogoredo il primo, accumulando mezz’ora di ritardo e da Lambrate il secondo. 

Oggi poi, 23 giugno, si preannunciano altri disguidi nella fascia centrale della mattina: a seguito alla grave aggressione subìta da un capotreno nella serata di martedì  da parte di un gruppo di delinquenti nella stazione di Belgioioso, le segreterie sindacali Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti Uil, OR.S.A. Ferrovie, SLM Fast Confsal, UGL Ferrovieri, Faisa Cisal hanno indetto per il 23 giugno uno sciopero di due ore, dalle 10 alle 12, che interesserà capitreno, macchinisti e personale di assistenza Trenord.

Lo sciopero potrà causare ripercussioni – limitazioni, cancellazioni e ritardi – sulla circolazione dei treni regionali, suburbani e del collegamento aeroportuale Malpensa Express fino al completo ripristino della circolazione ferroviaria, che avverrà a partire dalle ore 12. 

Viaggeranno i treni con orario di partenza dalla stazione di origine corsa prima delle ore 10 e arrivo a destinazione finale entro le ore 11.  Trenord consiglia ai passeggeri, prima di mettersi in viaggio, di verificare sull’App Trenord l’andamento della circolazione in real-time. Trenord esprime solidarietà e vicinanza al collega coinvolto.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti