Cronaca
I commenti sono chiusiCommenta

Viadana, sugli Speed Check è scontro
tra Alessia Minotti e Romano Bellini

Alessia Minotti: "Ritengo che la repressione possa tranquillamente essere sostituita dalla prevenzione!". Romano Bellini: "L'attenzione dell'amministrazione al progetto Attentamente nasce dalle tante petizioni e segnalazioni che in questi anni i cittadini hanno fatto al comune"

Non è tenera la consigliera di opposizione Alessia Minotti nei confronti dell’amministrazione per quel che concerne i dieci nuovi speed check a turnazione che verranno messi in funzione dopo un’attenta valutazione sui dati rilevati rispetto alle velocità degli automobilisti. “Si tratta davvero – spiega la consigliera Minotti – di un provvedimento e di un investimento necessari? Realmente il Sindaco e la Giunta intendono vincolare tutta l’opera di prevenzione, in materia di sicurezza stradale a dei dispositivi fotosegnaletici? Guidare nel rispetto delle norme significa rispettare la responsabilità sociale, garantendo a tutti la possibilità di spostarsi senza rischi. Ritengo che, prima di installare autovelox, si possano attuare altre strategie: installare, in posizioni strategiche, tabelle luminose che invitano a moderare la velocità, apporre misuratori di velocità (la rilevano senza scattare foto) con l’obiettivo di far desistere il conducente dal tenere una condotta di guida non consona, installare dossi sul manto stradale, asfaltati o gommati, predisporre la vigilanza stradale che funga da deterrente verso gli automobilisti che mantengono una condotta di guida non conforme alle norme. Naturalmente è importante che le strade siano mantenute in buono stato, le banchine pulite, la segnaletica orizzontale presente in modo corretto. In sintesi, ritengo che la repressione possa tranquillamente essere sostituita dalla prevenzione!“. Alla Consigliera Minotti risponde l’assessore alla viabilità e sicurezza Romano Bellini: “L’attenzione dell’amministrazione al progetto Attentamente nasce dalle tante petizioni e segnalazioni che in questi anni i cittadini hanno fatto al comune ed anche ad organi superiori lamentando le alte velocità dei tanti mezzi che transitano all’interno dei centri abitati di Viadana . Rimango stupito dalle parole della consigliera Minotti che dichiara che occorre garantire a tutti la possibilità di spostarsi sulle strade senza rischi ma successivamente davanti allo studio del traffico con dati certi sulle velocità di percorrenza all’interno di alcuni centri abitati come quelli di Casaletto, Bellagurda e squarzanella dove si raggiunge un 50% di mezzi che non rispettano i limiti arrivando addirittura a velocità assurde sfiorando i 200 chilometri orari dichiara che il provvedimento in questione non sarebbe necessario . Un Amministrazione davanti a questi dati non può rimanere indifferente . Come da progetto si procederà alla sensibilizzazione in larga scala partendo con incontri con la cittadinanza presso l’auditorium Viadanese , incontri nelle scuole dove verranno interessati i ragazzi di tutte le età poi per ultimo si passerà alla fase sanzionatoria dove chi rispetterà i limiti previsti dal codice della strada non avrà nessun tipo di problema . Respingo nuovamente le accuse che lAmministrazione voglia fare cassa perché se avesse voluto tale cosa sarebbe bastato posizionare i dispositivi senza dir nulla e in pochi giorni avrebbe effettuato migliaia e migliaia di contravvenzioni visto che lo studio ne ha rilevate almeno cinquemila al giorno“.

redazione@oglioponews.it

 

© Riproduzione riservata
Commenti

I commenti sono chiusi.