Cronaca
I commenti sono chiusiCommenta

Piazza Turati, come è diventata:
addio a vetro, vasche e cotto

Il percorso di riqualificazione è partito dalla valorizzazione dal Po Obelisco di Brunivo Buttarelli, messo al centro della Piazza così come avrebbe dovuto essere sin dall'inizio, oltre che dal rifacimento dei sentieri pedonali, che non sono più in cotto (un materiale che sin da subito ha mostrato tutti i suoi limiti di tenuta, inadatto all'uso esterno)

Cambia di nuovo volto piazza Turati, e questa volta potrebbe essere a titolo definitivo. Dopo il progetto dei primi anni 2000, che tanti problemi ha mostrato nel corso degli anni, ora la piazza ha un nuovo volto. Il percorso di riqualificazione è partito dalla valorizzazione dal Po Obelisco di Brunivo Buttarelli, messo al centro della Piazza così come avrebbe dovuto essere sin dall’inizio, oltre che dal rifacimento dei sentieri pedonali, che non sono più in cotto (un materiale che sin da subito ha mostrato tutti i suoi limiti di tenuta, inadatto all’uso esterno), ma in porfido di colore rossastro, colore concordato con la Soprintendenza ai Beni Culturali. In totale 90mila euro di lavori, ma a costo zero per il comune, perché così come i lavori all’incrocio tra via Roma e via Guerrazzi, a farsene carico é stata la FM Immobiliare, nell’ottica di una urbanistica negoziata che ha consentito alla stessa azienda di costruire il supermercato Aldi in zona Centro Commerciale Padano, dunque alla periferia della città.

redazione@oglioponews.it (FOTO: Alessandro Osti)

© Riproduzione riservata
Commenti

I commenti sono chiusi.