Cronaca
I commenti sono chiusiCommenta

Ex Macello, slittano i termini per le
offerte: "Solo motivazione tecnica"

Servono infatti approfondimenti necessari richiesti, assieme alla documentazione completa, dall’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Cremona, in data 4 agosto. Per questo mercoledì 17 agosto il comune ha deciso di sospendere la gara.

I termini per la partecipazione al bando di gara che prevede il premio all’offerta economicamente più vantaggiosa per il servizio di progettazione definitiva, esecutiva, coordinamento della sicurezza in fase di progettazione, direzione lavori e coordinamento della sicurezza della rifunzionalizzazione dell’ex Macello di via Guerrazzi slittano in avanti. E la procedura di gara viene sospesa.

Ma non c’è alcuna ragione politica, bensì una motivazione prettamente tecnica: servono infatti approfondimenti necessari richiesti, assieme alla documentazione completa, dall’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Cremona, in data 4 agosto. Per questo mercoledì 17 agosto il comune ha deciso di sospendere la gara, tanto che i termini di scadenza per la presentazione delle offerte e la data della prima seduta di gara sono “differiti a data da stabilirsi”, come si legge nel documento pubblicato sull’albo pretorio.

“Si tratta di un passaggio tecnico – spiega l’ingegnere capo dell’Ufficio Tecnico del comune di Casalmaggiore Enrico Rossi – col quale vogliamo rispettare la richiesta dell’Ordine degli Architetti. Peraltro questo slittamento in avanti, rispetto ai termini inizialmente fissati al 24 agosto, ossia alla prossima settimana, può giocare a favore di una maggiore partecipazione al bando di gara, dato che in questa fase molti studi sono chiusi per ferie. Alla fine questo slittamento può giovare all’insieme del procedimento”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti

I commenti sono chiusi.