Cronaca
Commenta

Ilario Udeschini lascia la Municipale
di Casalmaggiore dopo vent'anni

Ilario Udeschini è uno di quei vigili vecchio stile. E ci perdonerà se utilizziamo il termine, ma è proprio quel che è, in senso buono e cordiale. Informazioni, ma pure quattro chiacchiere con i cittadini, consigli, e ancora aneddoti

Ne avrebbe tante di storie da raccontare. Storie belle, che a ripensarci fanno sorridere perché la vita di un uomo della Polizia Municipale non è fatta solo di contravvenzioni, di compiti quotidiani (assistenza agli incroci e alle scuole, lavoro d’ufficio) ma di tanti incontri, di tante persone trovate per strada. Questo è ancor più vero se sulla strada del casalasco ci hai passato 20 anni.

Da ieri Ilario Udeschini non è più un agente della Polizia Municipale di Casalmaggiore ma si è trasferito (lavorativamente parlando) nella sicuramente più caotica Cremona. 20 anni sono tanti, soprattutto se li hai passati tutti in strada e non seduto dietro una scrivania. E forse era giunto il momento di cambiare, di intraprendere una nuova esperienza.

Ilario Udeschini è uno di quei vigili vecchio stile. E ci perdonerà se utilizziamo il termine, ma è proprio quel che è, in senso buono e cordiale. Informazioni, ma pure quattro chiacchiere con i cittadini, consigli, e ancora aneddoti. E quattro chiacchiere volentieri pure con noi cronisti. E a noi che con la Polizia Municipale abbiamo spesso a che fare – pure a volte come contribuenti, ma tant’è, i divieti di sosta non cambiano a seconda dei soggetti coinvolti – mancherà incontrarlo per la strada, a camminare per le vie della città, spesso per servizio e qualche volta per conto suo. Il suo “Tutto bene?” detto con leggerezza. Il suo sentirsi cucita addosso quella divisa.

Da noi di OglioPoNews un grande in bocca al lupo. Siamo sicuri che a Cremona saprà farsi conoscere e farsi valere per quel che è: un uomo delle istituzioni, un uomo in divisa che ha ben in mente il proprio ruolo ma che ha pure ben in mente come ci si muove tra le persone. Senza perdere mai l’umanità, la voglia di raccontare, raccontarsi e di sorridere.

N.C. (Foto: Alessandro Osti)

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti