Cronaca
I commenti sono chiusiCommenta

Viadana, all'Infopoint Sesa albero
di Natale con gli addobbi riciclati

"L’unica cosa che ho dovuto personalmente procurare sono le lucine, soprattutto quelle bianche. Quelle non le eliminate, almeno fino a quando proprio non funzionano più”

È un albero di Natale davvero speciale quello che da alcuni giorni è possibile ammirare all’interno dell’infopoint della Sesa in via Roma a Viadana, afferma l’assessore all’Ambiente Alessandro Cavallari: “recandomi presso gli uffici ho notato la bella iniziativa di riuso messa in atto per queste festività”. L’esemplare, infatti, è stato decorato dal personale dell’ufficio con addobbi recuperati presso il centro di raccolta dei rifiuti di Viadana.

“Per addobbare il mio Natale – scrive Barbara Sanfelici di Sesa – ho utilizzato ciò che voi avete scartato. Potrete riconoscere gli addobbi che avete eliminato, forse perché ormai un po’ datati o forse semplicemente perché vi avevano stancato. Con paziente cura li ho selezionati e riutilizzati. Vecchi alberelli completamente ricoperti di stelle di Natale che io ho distrutto riutilizzandone i fiori. Potrete riconoscere frammenti di lampadari che il tempo aveva annerito, appartenuti magari alle vostre nonne, che giacevano da anni in vecchie soffitte in mezzo alla polvere. A fianco, una ghirlanda che ho creato legando uno dopo l’altro tutti i vostri fiori rossi di vario tipo e tessuto alternandoli a grappoli d’uva e frutti di bosco. Sotto l’albero si può ammirare un soprammobile destinato al Centro di Raccolta perché rotto su un fianco. La fantasia ti aiuta a sistemare gli oggetti in modo tale che non si notino i difetti. Vecchie palline raccolte in un cestino. L’unica cosa che ho dovuto personalmente procurare sono le lucine, soprattutto quelle bianche. Quelle non le eliminate, almeno fino a quando proprio non funzionano più”.

L’ultima considerazione è un invito a fare altrettanto nella quotidianità: “Ogni oggetto – conclude Barbara Sanfelici – può avere una seconda vita, basta avere un briciolo di fantasia e tempo. Sì “tempo”, l’unica cosa che non è possibile riciclare”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti

I commenti sono chiusi.