Cultura
Commenta

Centenario Mingus: stasera il grande
jazz al Comunale di Casalmaggiore

Un appuntamento con il grande jazz di Furio Di Castri, tra i più grandi contrabbassisti contemporanei, figura chiave del jazz italiano, che si esibirà insieme a Giovanni Falzone, Achille Succi, Fabio Giachino, Mattia Barbieri. GUARDA IL SERVIZIO TG DI CREMONA 1

“Un genio pazzo e arrabbiato” così si definiva Charles Mingus. A lui, in occasione del centenario, è dedicato il concerto di venerdì 16 dicembre (ore 21). Un appuntamento con il grande jazz di Furio Di Castri, tra i più grandi contrabbassisti contemporanei, figura chiave del jazz italiano, che si esibirà insieme a Giovanni Falzone, Achille Succi, Fabio Giachino, Mattia Barbieri.

Furio Di Castri, contrabbassista e compositore, è nato a Milano nel 1955, ha vissuto a Buenos Aires, Napoli, Venezia, Torino, Tunisi, Roma, Parigi. Dal 1990 risiede a Torino. Autodidatta, ha iniziato lo studio della musica come trombettista, poi con il basso elettrico e contrabbasso. Registra il suo primo disco a 17 anni. Dopo un anno vissuto in Tunisia, nel 1978 si stabilisce a Roma dove inizia a suonare nei gruppi di Maurizio Giammarco e di Massimo Urbani.

Dal 1979 diventa uno dei contrabbassisti italiani più richiesti come sideman e suona a fianco di Chet Baker, Art Farmer, Walter Davis Jr, Jimmy Knepper, Freddie Hubbard, Kenny Clark, Enrico Pieranunzi, Al Grey, Franco d’Andrea, Tete Montoliu, Sal Nistico, Enrico Pieranunzi, Dave Samuels.

Negli anni ‘80 è stato partner regolare del quartetto di Enrico Rava e del trio di Michel Petrucciani e ha partecipato a concerti e a tournèe internazionali con Dino Saluzzi, Joe Henderson, Chet Baker, John Taylor, Steve Lacy, Lee Konitz, Paul Motian, Joe Lovano, Pharoah Sanders, Charles Lloyd, Ray Anderson, Paul Motian, Tony Oxley, Daniel Humair, Barry Altschul, John Abercrombie,
Cristian Escoudè, Philip Catherine, Aldo Romano.

Dagli anni ’90 ha suonato accanto a Richard Galliano, Paul Bley, John Surman, John Taylor, Paolo Fresu, Kenny Wheeler, Michael Brecker, Dave Liebman, Andy Sheppard, John Scofield, Franco Ambrosetti, Antonello Salis, Joe la Barbera, Bill Elgart.

Dal 2000, oltre ad una intensa attività di sideman, si esibisce con propri progetti e si dedica alla composizione di musiche per laboratori orchestrali, performance di danza, teatro, arte contemporanea e sonorizzazioni di testi letterari – tra cui le collaborazioni con Peppe Servillo, Lella Costa, David Riondino, Piergiorgio Oddifreddi, Valter Malosti, Sosta Palmizi, Stefano Arienti, Pilar Gomez Cossio.
Negli ultimi 15 anni ha continuato a collaborare con Uri Caine, Dave Liebman, Rita Marcotulli, Fabrizio Bosso, Dado Moroni, Javier Girotto, Antonello Salis, Gianluca Petrella, Arve Henrikssen, Jon Balke, Andy Sheppard, Nguyen Le, Perico Sambeat, Boyan Zulfikarpasic, Franco Ambrosetti, Eric Vloeimans.

Dal 1990 insegna contrabbasso e ensemble presso la Fondazione Siena Jazz. Dopo avere insegnato nei conservatori di Sassari e Parma, dal 2000 è direttore del Dipartimento di Jazz del Conservatorio di Torino, dove è docente di contrabbasso e composizione. E’ anche docente di contrabbasso e di basso elettrico al Conservatorio di Genova.

Ha tenuto masterclass di contrabbasso, musica d’insieme, improvvisazione e composizione in Scuole di Jazz e Conservatori di Dublino, Den Haag, Parigi, Città del Messico, Buenos Aires, Losanna, Chambery, e varie istituzioni in Italia.
Dal 2012 al 2016 è stato ideatore e direttore artistico del Torino Fringe Jazz Festival di Torino (TJF Fringe). Nel 2017 e 2018 ha ideato e diretto il Fringe Jazz festival di Firenze.

Ha inciso più di 200 dischi – di cui 20 come leader o co-leader – ed ha eseguito concerti e tournèe in tutta Europa oltre che negli Stati Uniti, Canada, Messico, Brasile, Argentina, Cile, Russia, Marocco, Algeria, Tunisia, Senegal, Israele, Turchia, Yemen, Cina, Indonesia, Malesia, Cambogia, Filippine, Singapore, Giappone e Corea.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti